Editoria, Crimi: Percorso condiviso, a settembre proposte di legge

Roma, 25 mar. (LaPresse) – Gli Stati generali dell’editoria prevedono un momento di raccolta di opinioni (chiunque potrà contribuire) sul sito web del dipartimento per l’Editoria. Poi sono previsti momenti di dialogo con i vari attori coinvolti: “ci saranno incontri pubblici specifici per ogni categoria: incontreremo gli editori, tutte le agenzie di stampa; tutti i direttori dei tg”. Quindi si terrà un confronto pubblico, che verrà ospitato a Torino per 2 giorni, il prossimo giugno. Lo ha spiegato il sottosegretario alla presidenza Vito Crimi, durante la cerimonia di avvio degli Stati generali dell’Editoria.In luglio, il Governo procederà alla sintesi e alla valutazione politica, “per arrivare alle proposte di legge definitive, che arriveranno a settembre, con il coinvolgimento delle commissioni parlamentari”, ha detto il sottosegretario.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

2 giugno, a ricevimento Quirinale anche Draghi, Bocelli, Riccardi

La Russa e Fontana con Meloni al debutto. Governo al completo al Colle, gran folla alla festa Roma, 1 giu. (askanews) – Un parterre d'eccezione quello del ricevimento al Quirinale in occasione della festa nazionale della Repubblica che si celebra domani, 2 giugno. Tra i tantissimi partecipanti anche l'ex premier ed ex presidente della Bce

Vino, Valvirginio: 2 mln per rendere più green la cooperativa

Per la riqualificazione impianti e la riconversione ecologica Milano, 1 giu. (askanews) – La Cantina Sociale Colli Fiorentini è sul punto di concludere due importanti investimenti, dal valore complessivo di due milioni di euro, che serviranno per ottenere la riqualificazione dell'impianto di raccolta dell'uva e dell'impianto di frangitura, oltre allo smaltimento delle piastrelle di amianto

Adesione della Ue alla Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne

Dopo il via libera dell'Europarlamento Roma, 1 giu. (askanews) – L'Unione Europea ha annunciato la propria adesione alla Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne, iniziativa dal valore soprattutto simbolico ma che permetterà di applicare alcune disposizioni anche negli Stati membri che non l'hanno ratificata. L'adesione – che aveva ricevuto il via libera dell'Europarlamento