Firenze, al via il Festival Nazionale dell’Economia Civile

Ha preso il via oggi a Firenze, presso il prestigioso Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, il primo Festival Nazionale dell’Economia Civile, in programma fino al 31 marzo. L’evento darà voce alle tante espressioni di una società civile in movimento, con uno sguardo particolarmente rivolto ai giovani, alle loro ambizioni ed ai loro progetti, ad imprenditori che creano valore sostenibile, a comunità che mettono in pratica esperienze cooperative, partecipative, capaci di generare sviluppo. Ideato da Federcasse, la Federazione italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, progettato e organizzato con Next-Nuova Economia per Tutti e SEC-Scuola di Economia Civile, il Festival – nella tre giorni di lavoro articolati in panel – vedrà la partecipazione di oltre 80 testimoni italiani ed internazionali.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Musumeci: “100 anni degli ingegneri orgoglio per la categoria e per gli italiani”

(Adnkronos) - "I 100 anni degli ingegneri sono motivo di orgoglio per la categoria e per tutti gli italiani". A dirlo il ministro per la Protezione civile e le politiche del mare, Nello Musumeci, intervenendo al 67° Congresso nazionale degli ordini degli ingegneri d'Italia, in corso a Catania. "Scelta felice si scegliere Catania - spiega -

Ucraina, ammiraglio Sokolov in tv: “Flotta Mar Nero lavora con successo”

(Adnkronos) - Nuovo capitolo del giallo che circonda le sorti dell'ammiraglio russo, Viktor Sokolov, dato per morto dagli ucraini nell'attacco del 22 settembre a Sebastopoli, in Crimea. Il comandante della flotta del Mar Nero, riporta l'agenzia di stampa Ria Novosti, è comparso sul canale Zvezda del ministero della Difesa russo, dichiarando in un'intervista che i

Clima, livello mare nel 2100 fino a un metro in più rispetto a oggi

Scenario possibile se emissioni continueranno al ritmo attuale Roma, 27 set. (askanews) – Se le emissioni di gas serra continueranno al ritmo attuale, nel 2100 il livello del mare sulla Terra potrebbe aumentare anche fino a un metro, con danni sempre maggiori per mareggiate e fenomeni estremi. La prospettiva arriva da uno studio pubblicato sulla