Decreto Crescita, scontro totale in Cdm

Nervi tesi al consiglio dei ministri finito con il via libera al decreto crescita. Quattro ore di braccio di ferro, ieri sera, fra Lega e Cinque Stelle. Urla del premier Conte, secondo i ben informati, contro Matteo Salvini, che alla fine ottiene lo stralcio di gran parte del salva-Roma: lo stato non si assumerà gli oneri del debito della capitale. Ma il Movimento annuncia battaglia nel passaggio del testo in parlamento. Via libera anche ai rimborsi per i risparmiatori truffati dalle banche: il tetto dell’indennizzo diretto sale da 100mila a 200 mila euro. nella notte anche l’accordo fra governo e sindacati sulla scuola: previste più risorse per il rinnovo dei contratti. Revocato lo sciopero del 17 maggio

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

2 giugno, dopo la sfilata la Festa prosegue nelle piazze

ROMA - La Festa della Repubblica, terminata la sfilata con il tricolore portato dai paracadutisti, prosegue a via Cavour. Il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano si concede per una foto con dei bambini e una famiglia, Vittorio Sgarbi stringe mani. "Dovremmo amare di più la nostra Patria- dichiara alla Dire un'insegnante che sta camminando verso

Luigi Di Maio è già al lavoro come rappresentante speciale dell’Ue per la regione del Golfo

Dovrà approfondire il partenariato con i Paesi della regione Bruxelles, 2 giu. (askanews) – L'ex ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio è al lavoro da ieri nel suo nuovo ruolo di Rappresentante speciale dell'Ue per la regione del Golfo. Lo ha riferito oggi a Bruxelles il portavoce per la Politica estera della Commissione europea

2 giugno, La Russa: “Teniamo alti i valori della democrazia, della libertà e della sovranità della Patria”

ROMA - "Buona festa della Repubblica", dice il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ai cronisti. Suona l'inno di Mameli, cantano i militari schierati e le tante persone che affollano piazza Venezia. Le massime autorità della Repubblica portano il loro saluto al Milite Ignoto. È il preludio alla consueta parata del 2 giugno con cui