Dimissioni Siri, Salvini: “Serve il rinvio a giudizio”

Il caso del sottosegretario leghista Armando Siri, indagato per corruzione e “scaricato” dal premier Conte, continua a dividere il governo. I Cinque Stelle vogliono le dimissioni prima del Consiglio dei Ministri di mercoledì prossimo, ma Matteo Salvini non ci sta. “Perché Siri si dimetta serve almeno un rinvio a giudizio, altrimenti la democrazia corre dei rischi”, ha puntualizzato il ministro dell’Interno, che però sgombra il campo da una possibile crisi di governo: “Non ci sarà alcuna conta in Consiglio dei Ministri, mi fido ancora di Conte. Non siamo alla fine dell’esecutivo”, ribadisce il leader del Carroccio.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Coldiretti: scatta rientro dal ponte, 15 mln di italiani in viaggio

Il 30% sono partiti per le zone di villeggiatura Roma, 4 giu. (askanews) – Scatta il rientro per i 15 milioni di italiani che hanno approfittato del ponte del 2 giugno per trascorre almeno qualche giorno di vacanza. E' quanto afferma la Coldiretti nel tracciare un bilancio della Festa della Repubblica che ha visto quasi

“Vacanze Romane”, il capolavoro dei Matia Bazar compie 40 anni

Il 6 giugno flash mob nella Capitale con Carlo Marrale e Silvia Mezzanotte Roma, 4 giu. (askanews) – Roma si prepara musicalmente ad essere invasa dalle "Vacanze romane" che Silvia Mezzanotte e Carlo Marrale, già membri storici dei Matia Bazar, porteranno in giro per la capitale con un flash mob a sorpresa spostandosi, in alcuni

Papa: con la pace si guadagna. Forse poco. Ma con guerra si perde sempre

"Malvagità è uina delle possibilità delle persone" Roma, 4 giu. (askanews) – "Con la pace si guadagna sempre, forse poco, ma si guadagna. Con la guerra si perde tutto". Lo ha detto papa Francesco nella trasmissione A sua immagine su RaiUno. "Impariamo ad avere compassione, a 'carezzare': solo così potremo essere vicibi a Dio", ha