Gucci pagherà 1,25 miliardi all’Agenzia delle Entrate

Gucci pagherà le sue pendenze con il fisco italiano. Il gruppo Kering ha definito con l’Agenzia delle Entrate alcune contestazioni mosse alla propria controllata svizzera Luxury Goods International. La definizione, contraddistinta da un’analisi approfondita e da spirito collaborativo, ha riconosciuto che i rilievi mossi in sede di verifica riguardano la sussistenza di una stabile organizzazione in Italia nel periodo 2011-2017, con relativa attribuzione di utili e, sotto altro profilo, i prezzi di trasferimento praticati da LGI, per il medesimo periodo, con la consociata Guccio Gucci. Lo rende noto il gruppo del lusso, segnalando che la  definizione comporterà il pagamento di una maggiore imposta pari a 897 milioni di euro, oltre a sanzioni e interessi per un totale pari a 1,25 miliardi. Sulla base di una stima iniziale, l’effetto di tale transazione sul bilancio consolidato di Kering del 2019 sarà pari a circa 600 milioni di euro di imposte addizionali sul conto economico e di circa 1.250 milioni di Euro di flusso di cassa negativo sul rendiconto finanziario.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Patto Migranti, ampie maggioranze in Europarlamento per accordo

Commissione Libe sostiene pacchetto Ue, resta solo voto plenaria Bruxelles, 14 feb. (askanews) – La commissione sulle Libertà pubbliche del Parlamento europeo ("Libe") ha confermato, oggi a Bruxelles, con ampie maggioranze, tutti i testi legislativi del "Patto" sulla politica di immigrazione e asilo che erano stati oggetto in dicembre dell'accordo provvisorio (accordo in "trilogo") con

Putin: “Ucraina-Nato, minaccia per la Russia”. E ‘vota’ Biden: “Meglio di Trump”

(Adnkronos) - Vladimir Putin vota per Joe Biden, preferito a Donald Trump. Il presidente russo, in un'intervista a Rossiya-1 rilanciata dalla Tass, vota per l'attuale presidente degli Stati Uniti in un ideale ballottaggio. Biden, secondo il leader del Cremlino, "ha più esperienza, è una persona prevedibile e un politico della vecchia scuola". Trump, lanciato verso

Kansas City, il momento degli spari alla parata del Super Bowl – Video

(Adnkronos) - "Ragazzi, sta succedendo qualcosa". A Kansas City, il giornalista della Bbc in strada per assistere alla parata dei Kansas City Chiefs, trionfatori nel Super Bowl Nfl giocato domenica, interrompe il collegamento perché alle sue spalle si scatena il panico: si sentono ripetuti colpi di arma da fuoco e i tifosi cominciano a fuggire