Migranti, Di Stefano: Da colleghi governo più rispetto, sbarchi aumentano

Milano, 7 lug. (LaPresse) – “Nelle ultime 48 ore abbiamo assistito alla fiera dell’ipocrisia. Tutto il mondo concentrato sui 54 migranti della Mediterranea, mentre nella notte ne erano già sbarcati più di 70 a Lampedusa con piccole imbarcazioni. Di fronte a un’emergenza tale le parole non bastano e i nodi vengono tutti al pettine. Ci si aspetterebbe dai colleghi di governo, soprattutto, un po’ di rispetto. E invece per qualcuno l’orgoglio sembra essere più forte di qualsiasi altra cosa. Più forte della verità stessa”. Lo scrive su Facebook il sottosegretario agli Esteri, Manlio Di Stefano (M5S). “Si è cominciato con la missione europea Sophia, ricordate? Qualcuno diceva che andava chiusa perché costituiva un incentivo agli sbarchi. In sostanza la linea del Viminale era chiara: qualsiasi nave in acque italiane o in mare può rappresentare un ‘pull factor’. Bene, via le navi e andiamo avanti. Siamo arrivati all’estate, la missione Sophia non c’è più e gli sbarchi, però, stanno aumentando”, aggiunge.

Reviews

Related Articles