Chiuse indagini su camici in Regione Lombardia, per Fontana accusa di frode in pubbliche forniture

MILANO – La Procura di Milano ha chiuso l’inchiesta sull’affidamento della fornitura da oltre 500.000 euro per camici e Dpi a Dama spa. L’inchiesta, scattata nel 2020, coinvolge il governatore lombardo Attilio Fontana, il cognato Andrea Dini (proprietario della Dama spa), l’ex dg di Aria Fabio Bongiovanni, il vicesegretario generale della Regione Lombardia Pier Attilio Superti e una dirigente della centrale acquisti regionale. Sui cinque indagati non è ancora stato ufficializzato il rinvio a giudizio, tuttavia pende l’accusa di frode in pubbliche forniture.

M5S: FALLIMENTO POLITICO DEL CENTRODESTRA

“La magistratura farà il suo corso e andrà a vedere le responsabilità penali, ma politicamente è un fallimento del centrodestra che ha gestito la pandemia in modo vergognoso”. Con queste parole Massimo De Rosa, capogruppo del Movimento cinque stelle al consiglio regionale, commenta la notizia della chiusura delle indagini sulla fornitura di camici e dispositivi di protezione che la ‘Dama spa’, la società del cognato del governatore Attilio Fontana, ha consegnato alla Regione.

“Avevamo segnalato all’epoca la situazione e le gravi irregolarità che avevamo riscontrato, e Regione Lombardia, con un balbettante Fontana, aveva cercato di rispondere che era tutto a posto, che erano donazioni e che si trattava di un disguido. La magistratura invece sembra pronta a fare delle richieste di rinvio a giudizio”, accusa De Rosa.

Il M5S hanno protestato davanti al Pirellone indossando dei camici e chiedendo alla giunta di assumersi le responsabilità politiche di quanto sta accadendo. “Evidentemente- aggiunge De Rosa- il bilancio di Dama è più importante del bilancio della Regione, dove si sono spesi 8 milioni in comunicazione proprio per cercare di rifare un’immagine rovinata da eventi come questo”. Il Movimento promette di non arrendersi e di continuare “a contestare il centrodestra che fa i propri affari e non pensa ai lombardi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Miccichè: “L’auto blu per il gatto? Stava malissimo ed è morto”

(Adnkronos) - "Non ho fatto un uso illegittimo dell'auto blu. Ne sono convinto. Se poi mi contestano il fatto di avere fatto accompagnare il mio gatto dal veterinario perché stava malissimo, allora sono disposto ad andare in carcere. Il mio gatto viveva in simbiosi con me, Quando stava male mia figlia mi disse di mandarle

Decaro e il video virale, quando la comunicazione politica funziona

(Adnkronos) - Un video può diventare più efficace di tanti comizi. Succede, come nel caso di Antonio Decaro e del suo post su TikTok per le elezioni europee diventato rapidamente virale, quando la comunicazione politica riesce a rispondere a una domanda semplice: come posso far capire a più persone possibile quello che voglio dire? Nel

Europee, da riforme a lavoro: a Trento il duello (mancato) tra Meloni e Schlein

(Adnkronos) - Il duello mancato in tv oggi si è riproposto come sfida a distanza al Festival dell'Economia di Trento dove Giorgia Meloni ed Elly Schlein si sono alternate, a stretto giro nel pomeriggio, sul palco della manifestazione. La forma è meno intensa e 'spettacolare' rispetto a quella del faccia a faccia, ma il botta