Covid, Israele travolto dalla variante Delta: è record di contagi

ROMA – Israele fa registrare un nuovo picco di contagi da Covid. Nelle ultime 24 ore sono stati 8.646 casi positivi al coronavirus, il dato più alto riscontrato dalla fine di gennaio, mentre nei giorni scorsi i contagi erano rimasti al di sotto dei seimila. Aumentano anche i malati gravi, saliti a 559, il dato più alto da metà marzo, con 89 pazienti che devono fare ricorso ai respiratori. Sono invece 55.323 i casi attivi.

Dietro questa impennata di casi, che ha visto anche la morte di 13 persone durante la notte, c’è la variante Delta, che ha travolto Israele, uno dei Paesi più attivi sul fronte della campagna di vaccinazione anti-Covid. Il ministero della Salute israeliano sottolinea che i casi gravi fra i malati di età superiore ai 60 anni non vaccinati sono 154,7 ogni 100mila abitanti, mentre per i vaccinati della stessa classe d’età l’incidenza è pari a 19,8 casi gravi su 100mila.

Dai primi giorni di agosto, Israele ha avviato una campagna di vaccinazione della terza dose rivolta agli ultra cinquantenni, alle persone fragili ed al personale sanitario. Al momento la terza dose ha riguardato un milione di persone.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Reviews

Related Articles