Ucraina, Von der Leyen: l’Ue ha il dovere morale di ricostruire

Convegno in Vaticano: ma puntare alla sostenibilità ambientale
Città del Vaticano, 9 giu. (askanews) – L’Unione europea ha il “dovere morale” di partecipare finanziariamente alla ricostruzione dell’Ucraina, e lo farà suggerendo criteri di sostenibilità ambientale: lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, intervenuta questa mattina in Vaticano alla conferenza dedicata al tema “Reconstructing the Future for People and Planet” (ricostruire il futuro per la gente e per il pianeta) e organizzata dalla Pontificia accademia delle Scienze insieme a Bauhaus Earth. “Non ci sono parole per la distruzione prodotta da questa guerra atroce”, ha detto Von der Leyen: “Cominceremo a ricostruire l’Ucraina e questo non è solo nell’interesse dell’Europa ma è nostro dovere morale di dare un forte contributo alla ricostruione. Tutti dovranno contribuire, le istituzioni finanziarie, ma noi abbiamo il dovere morale di ricostruire. Ne ho parlato con (il presidente ucraino, ndr.) Zelensky, ci saranno iniziative per il finanziamento, un Piano Marshall per l’Ucraina, per il coordinamento, ma – ha proseguito la presidente dell’esecutivo Ue – ciò che è più importante, pensando alle case distrutte, alle macerie, è che ricostruiremo l’Ucraina, ma dovremo farlo in un modo migliore. Io sarà la responsabile per i soldi, e per le riforme legate agli investimenti, e la ricostruzione sarà di spettanza degli ucraini, loro decideranno come ricostruire, ma già ora chiedono consigli. Non bisogna ricadere in vecchie strutture. Se investimao milioni e milioni, che peraltro apriranno la strada per l’ingresso nell’Ue, dobbiamo farlo nel modo migliore, e questi sono i principi del New European Bauhaus”, l’iniziativa presentata dalla stessa Von der Leyen tesa ad una politica urbanistica e architettonica sostenibile per l’ambiente. abbiamo bisogno dei vostri hint, abbiamo bisogno di voi

Reviews

Related Articles