Aston Martin: accordo con Lucid per fornitura batterie e motori bev

Stroll: Una svolta per la crescita del brand. Prima elettrica in 2025
Milano, 26 giu. (askanews) – Aston Martin ha siglato un accordo di fornitura con l’americana Lucid Group per la fornitura di propulsori e batterie per i futuri veicoli elettrici della casa inglese. Aston Martin nell’ambito della strategia di sostenibilitĂ  Racing. Green. prevede un investimento di oltre 2 miliardi di euro nei prossimi cinque anni per favorire la transizione verso la mobilitĂ  elettrica.   “L’accordo di fornitura con Lucid rappresenta una svolta per la crescita di Aston Martin, che sarĂ  guidata dai veicoli elettrici. Insieme a Mercedes-Benz, ora abbiamo due fornitori tra i migliori al mondo, pronti a sostenere lo sviluppo e gli investimenti che stiamo facendo per realizzare la nostra strategia di elettrificazione. Grazie alla partnership con Geely, recentemente annunciata, avremo anche l’opportunitĂ  di accedere alla loro gamma di tecnologie e componenti, oltre che alla loro profonda conoscenza del mercato cinese. Nel complesso, l’annuncio di oggi rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione delle nostre ambizioni future”, ha dichiarato Lawrence Stroll, presidente esecutivo di Aston Martin.   Aston Martin sta sviluppando una piattaforma Bev che costituirĂ  la base dell’intera futura gamma di modelli elettrificati dell’azienda, dalle hypercar alle auto sportive, dalle GT ai Suv. Il primo lancio è previsto per il 2025. Prima di allora, Aston Martin consegnerĂ  la sua prima ibrida plug-in – la supercar a motore centrale Valhalla – nel 2024, ed entro il 2026 tutte le nuove linee di modelli Aston Martin saranno dotate di propulsione elettrificata come optional, con l’obiettivo di rendere la gamma principale completamente elettrificata entro il 2030. Aston Martin proseguirĂ  anche la collaborazione con Mercedes-Benz per la fornitura di una serie di tecnologie, tra cui sistemi di propulsione e architetture elettroniche, compresi i veicoli con motore a combustione interna, ibridi ed elettrici.   La nuova piattaforma Bev è caratterizzata da un’alta efficienza del sistema di batterie, che comporta vantaggi in termini di packaging e massa; dalla tecnologia dell’inverter che controlla la velocitĂ  e l’efficienza dello scarico e del recupero dell’energia; e dalla tecnologia twin motor che facilita la regolazione continua della coppia vettoriale sulle quattro ruote.    A portare il suo contributo in questa nuova sfida è Aston Martin Performance Technologies (Ampt), braccio di consulenza del team di F1 Aston Martin Aramco Cognizant. Parallelamente Aston Martin sta lavorando con altri partner come Brembo per lo sviluppo di una nuova tecnologia brake-by-wire per il controllo elettronico della compressione e ritrazione delle pastiglie dei freni, aumentando così l’autonomia del veicolo. Con Pirelli invece Aston Martin è pronta a presentare l’ultima generazione di pneumatici P Zero R con il Pirelli Cyber Tyre: un sistema di sensori che raccoglie un’ampia gamma di dati per calcolare un’autonomia reale piĂą accurata.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

“Sciogliamo la Nato”, Tarquinio diventa un caso

(Adnkronos) - "Sciogliamo la Nato". Le parole di Marco Tarquinio, ex-direttore dell'Avvenire e candidato Pd alle elezioni europee 2024 nella circoscrizione Centro, diventano un caso. Matteo Renzi e Carlo Calenda montano subito la polemica, ma è gelo anche tra i dem. La campagna elettorale impone il silenziatore ai malumori interni ma i commenti che girano

Kafd Globe Soccer Awards, Sardegna pronta per le stelle mondiali, Bellingham e Mbappè in corsa

(Adnkronos) - Dopo sei giorni di intense votazioni da parte dei tifosi, la lista dei candidati per il premio di Best Men’s Player si sfoltisce arrivando a soli 12 finalisti. Tra questi si annoverano alcuni candidati alla Champions League, Jude Bellingham e Vinicius Jr, la superstar francese Kylian Mbappé, l'icona del Liverpool FC Mohamed Salah

SanitĂ , Marino (Unindustria): “No a sostituzione strutture diagnostiche con farmacie”

(Adnkronos) - "Le farmacie giocano un ruolo cruciale nel nostro sistema sanitario, ma questo ruolo deve essere complementare, e non sostitutivo, delle strutture diagnostiche specializzate". Così Luca Marino, vicepresidente Unindustria con delega alla sanità, intervenendo alla Seconda Assemblea nazionale dell'Associazione imprese sanitarie indipendenti (Aisi), in corso a Roma. "Affidare l'esecuzione di test di laboratorio alle farmacie