IIC Amsterdam: a Holland Festival “Bros” di Romeo Castellucci

Lo spettacolo teatrale fino all’1 luglio
Roma, 12 giu. (askanews) – Dal 1 giugno al 1 luglio 2023 si svolge ad Amsterdam la settantaseiesima edizione dell’Holland Festival, uno dei più importanti festival che si tengono nei Paesi Bassi, che propone spettacoli di teatro, musica, danza, opera e teatro musicale di compagnie rappresentative a livello mondiale.
L’Istituto Italiano di Cultura partecipa al Festival presentando lo spettacolo Bros di Romeo Castellucci il 24 e 25 giugno all’ Internationaal Theater Amsterdam – Rabozaal.
Scene quotidiane governate da una dittatura invisibile, che rende estranee azioni semplici, dando cosi’ vita a situazioni insolite: questa e’ la materia prima di Bros di Romeo Castellucci.
I protagonisti dello spettacolo sono un gruppo di uomini anonimi reclutati per andare in scena senza prima avere imparato la parte. Hanno sottoscritto un patto in cui si impegnano a seguire comandi, a compiere azioni senza capire, ne´ prepararsi.
In divisa da poliziotto, ricevono ordini tramite un auricolare ed eseguono azioni senza tempo per pensare, per prendere posizione, per formulare una scelta. In questa temporalita’ strozzata, che riduce tutto a un presente assoluto, la comicita’ dei loro gesti frenetici e impreparati si mescola alla violenza della loro esperienza di alienazione.
Spettacolo tanto perturbante quanto geniale, Bros è un esame profondo della responsabilità individuale e collettiva e del nostro rapporto con la legge.
Romeo Castellucci Regista, creatore di scene, luci e costumi, è conosciuto in tutto il mondo per aver dato vita a un teatro fondato sulla totalità delle arti e rivolto a una percezione integrale dell’opera.
Il suo lavoro propone una drammaturgia che ribalta il primato della letteratura, facendo della scena una complessa forma d’arte. Le messe in scena di Castellucci sono regolarmente invitate e prodotte dai più prestigiosi teatri e festival internazionali.
È stato direttore della sezione Teatro alla Biennale di Venezia, Artiste Associé al Festival di Avignone ed è attualmente Grand Invité di Triennale Milano per il quadriennio 2021-2024 e regista ospite alla Schaubühne di Berlino. Insignito del titolo di Chevalier de l’ordre des Arts et des Lettres della Repubblica francese e della laurea honoris causa dell’Ateneo di Bologna, è membro dell’Académie Royale de Belgique e ha ricevuto, tra gli altri riconoscimenti internazionali, il Leone d’Oro alla Biennale di Venezia e due Golden Mask per la lirica. Per la produzione operistica nel luglio 2021 ha debuttato a Salisburgo il Don Giovanni di Mozart.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Palermo, trovato morto il marito dell’eurodeputata Donato: “Me l’hanno ammazzato”

(Adnkronos) - A fare la macabra scoperta è stata la moglie, l'eurodeputata Francesca Donato, 55 anni, arrivata intorno alle 14.30, con la figlia ventenne Carolina, in via Ugo La Malfa, a Palermo. Qui ha trovato il marito, Angelo Onorato, 56 anni, nella sua auto, una Range Rover scura, con la cintura di sicurezza ancora messa

Giro d’Italia, oggi 21esima e ultima tappa: orario, come vederla in tv

(Adnkronos) - Il Giro d'Italia 2024 si chiude oggi 26 maggio con la 21esima e ultima tappa, 126 km con partenza e arrivo a Roma per la passerella finale prima dell'incoronazione di Tadej Pogacar. Lo sloveno, maglia rosa praticamente per tutta la corsa, si avvia a chiudere da dominatore dopo 6 vittorie di tappa. All'ombra

Tumori, l’oncologo: “Sempre più pazienti under 40”

(Adnkronos) - "Oggi mi occupo molto frequentemente di casi di 40enni o ancora più giovani con vari tipi di tumori diversi. Tumori che non sono quelli tipici dei giovani". A spiegarlo all'Adnkronos Salute è Giampaolo Tortora, direttore del Comprehensive Cancer Center del Policlinico Gemelli di Roma. "Chi fa il clinico non vede i numeri, ma