Manifestazione M5s a Roma con Conte contro la precarietà, il saluto di Schlein

La segretaria Pd: unire le opposizioni contro il governo Meloni
Roma, 17 giu. (askanews) – Sì è mosso da una via laterale fra piazza della Repubblica e via Cavour il corteo contro la precarietà promosso dal M5s. Qualche migliaio di persone, compresse in pochi isolati nelle vicinanze di Termini, sventolano le bandiere bianche del Movimento e quelle arcobaleno della pace inneggiando al leader Giuseppe Conte. L’ex premier ha prima stretto la mano alla segretaria del Pd Elly Schlein, presente per “un saluto”, poi ha rilasciato dichiarazioni ai cronisti in mezzo alla folla dei militanti. “Ci sarà una sorpresa”: così Conte ha risposto a chi gli ha chiesto se ha sentito Beppe Grillo oggi, nella giornata della manifestazione contro la precarietà in corso a Roma nella quale l’ex premier sta sfilando dietro lo striscione con la scritta #BastaVitePrecarie.
La segretaria del Pd, Elly Schlein, all’avvio della manifestazione di M5s a Roma : “Abbiamo voluto anche testimoniare questa volontà di unire le forze con le altre opposizioni ci sono terreni su cui si può lavorare insieme anche nelle nostre differenze. Una di queste è quella della battaglia per il lavoro di qualità e per il salario minimo su cui non solo 5 Stelle Pd ma anche Alleanza Verdi e Sinistra e anche Calenda hanno fatto delle proposte”. Così “Continueremo a lavorare perché su questi temi si possa essere più efficaci insieme nel contrastare quello che sta facendo il governo di Giorgia Meloni che aumenterà la precarietà e aumenterà la paura di futuro che colpisce soprattutto le giovani generazioni, le donne soprattutto al Sud di questo Paese”, ha aggiunto Schlein dopo aver salutato e augurato “buona manifestazione” al leader di M5s, Giuseppe Conte.
“Ci tenevamo a portare un segnale di volontà, di unire le nostre forze su i temi su cui oggi il MoVimento ha scelto di mobilitarsi: la lotta contro le precarietà, che questo decreto del governo Meloni aumenta con la scelta di estendere contratti a termine e i voucher, quando in altri Paesi si fa invece la scelta opposta”, ha aggiunto Schlein.
“Vogliamo difendere uno strumento di sostegno al reddito che il governo Meloni sta sostanzialmente cancellando perché riduce le risorse a favore delle fasce più povere, e al contempo restringe fortemente l’accesso agli strumenti di contrasto alla povertà”, ha sottolineato.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Oncologo Pastorino: “Con Rete screening polmone 90 diagnosi precoci in 1 anno”

(Adnkronos) - "Grazie al programma della Rete italiana di screening polmonare (Risp) in un anno abbiamo diagnosticato più di 90 tumori polmonari, di cui la maggioranza in primo stadio con una resecabilità che si avvicina all'80%". Lo ha detto Ugo Pastorino, direttore della Sc Chirurgia toracica dell'Istituto nazionale dei tumori di Milano e responsabile del

Zambito (Pd): “Importante finanziare progetti di screening come il Risp”

(Adnkronos) - "Il ministero e la Commissione hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione perché devono fare in modo che i progetti di screening, che sono molto importanti e hanno riscosso molto successo arruolando molte persone, in Italia siano finanziati, manutenuti e implementati nel futuro”. Lo ha detto la senatrice del Pd Ylenia Zambito, segretaria della

Gemmato: “Mille Case comunità per prevenzione e screening polmonare”

(Adnkronos) - "Oggi stiamo attrezzando mille Case della comunità all'interno delle quali possiamo insediare dei centri di prevenzione primaria e secondaria per screenare i soggetti particolarmente predisposti per un tumore polmonare e, quindi, prenderli in carico con l'idea che oggi il tumore è una patologia che si può combattere e sconfiggere". Lo ha detto Marcello