Papa Francesco operato al Gemelli, cos’è la laparotomia e quali sono i rischi

ROMA – Papa Francesco oggi “si è recato presso il Policlinico Universitario Gemelli dove nel primo pomeriggio sarà sottoposto in anestesia generale a un intervento chirurgico di laparotomia e plastica della parete addominale con protesi”. Lo ha comunicato ai giornalisti il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, che ha aggiunto: “L’operazione, concertata nei giorni scorsi dall’equipe medica che assiste il Santo Padre, sì è resa necessaria a causa di un laparocele incarcerato che sta causando sindromi sub occlusive ricorrenti, dolorose e ingravescenti”. Per il Santo Padre questo è il terzo ricovero al Gemelli dopo quelli del 2021 e il più recente di quest’anno dovuto ad una bronchite.

COS’È IL LAPAROCELE

Per capire meglio cos’è il laparocele, in cosa consiste l’intervento e se è rischioso per un uomo di età avanzata come nel caso del Santo Padre, l’agenzia di stampa Dire ha intervistato il professore Nicola D’Imperio, gastroenterologo dell’ospedale Santa Maria di Bari- Gvm.Cos’è il laparocele di cui è affetto Papa Francesco?“Il laparocele è uno ‘sfiancamento’ della cicatrice che riguarda la ferita relativa all’operazione a cui è stato sottoposto il Santo Padre circa due anni fa. Questo è determinato quindi da una ‘cattiva’ cicatrizzazione e cioè quando i tessuti della ferita cedono e si allargano. Solitamente non ci sono rischi per la salute del paziente a meno che il laparocele non raccolga anse intestinali, ma ciò accade solo in casi inveterati”.In cosa consiste l’intervento chirurgico di laparotomia?“E’ un intervento di ricostruzione della parete addominale. Si procede a ricostruire l’area avvicinando i ‘capi’ dei tessuti che non si sono distesi adeguatamente e poi si procede irrobustendo la parte con dei supporti detti volgarmente ‘reti’ e che sono vere e proprie protesi. Spesso interventi di questo tipo sono svolti in anestesia tronculare, addormentando cioè ‘solo’ le terminazioni nervose della zona addominale. Ma i chirurghi che hanno in affidamento il Papa, conoscendo il suo quadro clinico specifico, hanno optato per un’anestesia generale, come apprendo dai media”.È rischiosa tale operazione per le condizioni di salute del Papa e più in generale per un uomo di età avanzata?“Posso dire che il rischio, in questo tipo di operazioni, è minimo rispetto al rischio di altre tipologie di interventi. Ovviamente si tratta di una persona ultra 80enne e di conseguenza, con l’avanzare dell’età, aumentano anche i rischi operatori”.
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Miccichè: “L’auto blu per il gatto? Stava malissimo ed è morto”

(Adnkronos) - "Non ho fatto un uso illegittimo dell'auto blu. Ne sono convinto. Se poi mi contestano il fatto di avere fatto accompagnare il mio gatto dal veterinario perché stava malissimo, allora sono disposto ad andare in carcere. Il mio gatto viveva in simbiosi con me, Quando stava male mia figlia mi disse di mandarle

Decaro e il video virale, quando la comunicazione politica funziona

(Adnkronos) - Un video può diventare più efficace di tanti comizi. Succede, come nel caso di Antonio Decaro e del suo post su TikTok per le elezioni europee diventato rapidamente virale, quando la comunicazione politica riesce a rispondere a una domanda semplice: come posso far capire a più persone possibile quello che voglio dire? Nel

Europee, da riforme a lavoro: a Trento il duello (mancato) tra Meloni e Schlein

(Adnkronos) - Il duello mancato in tv oggi si è riproposto come sfida a distanza al Festival dell'Economia di Trento dove Giorgia Meloni ed Elly Schlein si sono alternate, a stretto giro nel pomeriggio, sul palco della manifestazione. La forma è meno intensa e 'spettacolare' rispetto a quella del faccia a faccia, ma il botta