Ucraina, Stoltenberg (Nato): “La controffensiva può spingere alla pace”

di Alessio Pisanò

BRUXELLES – “È presto per valutare la controffensiva ucraina, non sappiamo se sarà un punto di svolta nella guerra, ma sappiamo che stanno avanzando e liberando molti territori: più conquiste Kiev ottiene e più forte sarà al tavolo di negoziazione a cui il presidente Putin sarà costretto a sedersi quando si renderà conto che non può vincere sul terreno”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, nella conferenza stampa che anticipa la riunione dei ministri della Difesa della Nato di giovedì 15 e venerdì 16 giugno. All’incontro sarà presente anche il ministro ucraino Oleksi Reznikov, con cui verranno discussi gli sviluppi della guerra sul campo di battaglia e il pacchetto di supporto pluriennale per permettere a Kiev di difendersi nel lungo termine per ricostruire l’industria e adeguare l’equipaggiamento militare agli standard Nato e abbandonare i sistemi di epoca sovietica.

LEGGI ANCHE: VIDEO | “Il destino della Russia si gioca in Ucraina”, parola della co-fondatrice di Memorial

“Quando la guerra finisce sarà necessaria la presenza di meccanismi credibili per garantire la sicurezza ucraina per far sì che la storia non si ripeta e che la Russia non rilanci un ulteriore attacco”, ha detto Stoltenberg ai giornalisti, osservando che “il supporto fornito dagli alleati Nato sta facendo una grande differenza sul campo di battaglia”. I ministri discuteranno anche di come rafforzare le capacità di difesa e deterrenza dell’alleanza con nuovi piani regionali e faranno il punto sull’aumento delle forze “di alta prontezza” a 300mila unità. Un punto all’ordine del giorno prevede anche l’istituzione di un Centro marittimo della Nato per la sicurezza infrastrutture critiche.

L’articolo Ucraina, Stoltenberg (Nato): “La controffensiva può spingere alla pace” proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Pd: “Sciogliere Nato? Tarquinio indipendente, posizioni su esteri le esprime partito”

(Adnkronos) - "Com’è noto, Marco Tarquinio è un candidato indipendente, le posizioni sulla politica estera e di sicurezza del Pd le esprime il Pd. E sono chiare e note. Le abbiamo ribadite nel programma per le Europee e, a chi vuole strumentalizzare, ricordo che la questione della Nato la sinistra italiana l’ha risolta con Berlinguer

Caivano e gli insulti in politica, dai “cogli..ni” che votano a sinistra alla “str..nza”

(Adnkronos) - Vincenzo De Luca che in privato dà della "str..nza" a Giorgia Meloni, e Giorgia Meloni che nel contesto più pubblico, che ci sia, glielo ripresenta come una peperonata si ripresenta il giorno dopo. Il turpiloquio in politica esiste da sempre, esistono vari libri che mettono in fila gli insulti dei grandi della Storia

Stop senatori a vita, da Palazzo Madama via libera all’art.1 del ddl Casellati

(Adnkronos) - Via libera in Senato all'art.1 del ddl Casellati. A favore dell'articolo che sopprime l'istituto dei senatori a vita si sono registrati 94 voti. L'Art. 1 del ddl Casellati, appena approvato dall'Aula del Senato, recita 'Il secondo comma dell’articolo 59 della Costituzione è abrogato'. Nel merito, quindi, viene cassata la seguente norma: "Il Presidente della