Dal governo ok alla Nadef, confermati il taglio del cuneo fiscale e gli aiuti alle famiglie

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha approvato la Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (NADEF) 2023, che delinea lo scenario a legislazione vigente senza definire gli obiettivi programmatici di finanza pubblica per il triennio 2024-2026. Per la manovra, è prevista una dote di 14 miliardi in deficit.

La NADEF predisposta dal Governo tiene in considerazione la complessa situazione economica internazionale, l’impatto della politica monetaria restrittiva, con l’aumento dei tassi d’interesse, e le conseguenze della guerra in Ucraina. Il quadro di finanza pubblica riflette un’impostazione prudente, con una revisione delle stime di crescita per il 2023-2024 a causa del rallentamento dell’economia in corso. Tale rallentamento e l’andamento dell’inflazione richiedono tuttavia una politica di sostegno ai redditi reali delle famiglie, in particolare quelle con redditi più bassi. Anche grazie alla conferma del taglio del cuneo fiscale sul lavoro, la pressione fiscale per il 2024 è prevista in riduzione. Resta in ogni caso confermato l’obiettivo di ridurre la pressione fiscale in maniera più decisa nel corso della legislatura.

Gli interventi previsti dal disegno di legge di bilancio che il Governo intende presentare riflettono tale impostazione:

  • conferma del taglio al cuneo fiscale sul lavoro anche nel 2024;
  • prima fase della riforma fiscale;
  • sostegno alle famiglie e alla genitorialitĂ ;
  • prosecuzione dei rinnovi contrattuali del pubblico impiego, anche con particolare riferimento alla sanitĂ ;
  • conferma degli investimenti pubblici, con prioritĂ  a quelli del PNRR;
  • rifinanziamento delle politiche invariate.

GLI OBIETTIVI

La crescita del PIL è stimata allo 0,8 per cento nel 2023, all’1,2 per cento nel 2024 e, rispettivamente, all’1,4 per cento e all’1 per cento nel 2025 e nel 2026. Riguardo agli obiettivi di indebitamento netto in rapporto al PIL, il documento indica un deficit tendenziale a legislazione vigente del 5,2 per cento nel 2023, del 3,6 per cento nel 2024, del 3,4 nel 2025 e del 3,1 per cento nel 2026. Nello scenario programmatico il deficit è del 5,3 per cento nel 2023 e del 4,3 per cento nel 2024. Riguardo alle proiezioni per il 2025 e il 2026 il documento prevede rispettivamente il 3,6 per cento e il 2,9 per cento. Il rapporto debito pubblico/PIL per il 2024 è previsto al 140,1 per cento. Il tasso di disoccupazione è previsto in riduzione al 7,3 per cento nel 2024 (dal 7,6 per cento previsto per il 2023).

L’articolo Dal governo ok alla Nadef, confermati il taglio del cuneo fiscale e gli aiuti alle famiglie proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Sanremo 2024, ascolti seconda serata: 60,1% di share per Amadeus

(Adnkronos) - La seconda serata di Sanremo 2024 è stata seguita, dalle 21.17 all'1.33, da 10.361.000 di spettatori con il 60,1% di share. L'anno scorso la media della seconda serata, dalle 21.18 all'1.40, era stata di 10.545.000 telespettatori con il 62,3% di share.   Meglio di ieri sera, in una seconda serata del festival degli

Nuoto, mondiali fondo a Doha: Italia argento in staffetta 4×1500

(Adnkronos) - Arriva una medaglia d'argento per l'Italia a Mondiali di fondo di Doha nel team event. Nella staffetta 4X1500 gli azzurri Giulia Gabbrielleschi, Arianna Bridi, Gregorio Paltrinieri e Domenico Acerenza conquistano il secondo al photofinish dietro all'Australia, che si prende l'oro, mentre il bronzo va all'Ungheria, staccata di oltre 38 secondi. L'Italia non riesce

Sanremo 2024, cachet da 200mila euro per John Travolta

(Adnkronos) - Duecentomila euro per John Travolta. A tanto ammonterebbe - secondo quanto apprende l'Adnkronos - il cachet pagato all'attore americano per la sua partecipazione alla seconda serata di Sanremo 2024. Il siparietto con Travolta, coinvolto prima in un tutorial dei suoi balli cinematografici iconici per Amadeus e poi fuori dal teatro Ariston in un