Italia domina il “Champagne and Sparkling Wine World Championships”

Spinta da Trentodoc e Franciacorta. Ferrari Trento Cantina dell’anno
Milano, 26 set. (askanews) – Ancora una volta, l’Italia ha conquistato la vetta della classifica ai “The Champagne & Sparkling Wine World Championships” (CSWWC), con 74 medaglie d’oro sulle 170 attribuite, e con 117 d’argento sulle 218 assegnate in totale. A guidare il medagliere italiano è il Trentodoc con 26 ori e 35 argenti, seguito dalla Franciacorta con 21 medaglie d’oro.
Per la sesta volta il titolo di “Sparkling Wine Producer of the Year” se lo è aggiudicato Ferrari Trento che ha portato a casa nove ori e tre argenti. “Questo premio ci riempie di orgoglio e dimostra la costanza qualitativa che, grazie alla passione e alla competenza del nostro team, riusciamo a garantire in tutti i nostri Trentodoc, dai non millesimati alle grandi riserve” ha dichiarato il presidente e Ceo di Ferrari Trento, Matteo Lunelli, aggiungendo per quanto riguarda il Trentodoc che “questo risultato riconosce la straordinaria vocazione del territorio trentino e rende onore all’impegno delle Cantine che, assieme a Ferrari Trento, hanno contribuito alla nascita della denominazione e alla sua costante crescita in termini sia quantitativi che qualitativi”.
Alla decima edizione di quella che si vanta di essere il “the world’s toughest and most prestigious sparkling wine competition” (“la piĂą dura e prestigiosa competizione di bollicine”, ndr), sono stati giudicati poco meno di mille spumanti provenienti da 40 regioni di 19 Paesi diversi. Dopo l’Italia, si sono piazzati Francia (43 ori e 48 argenti) e Inghilterra (11 ori e 15 argenti), seguiti da Australia e Spagna, Paesi che hanno ottenuto 11 medaglie d’oro e 11 d’argento ciascuna.
“Posso dire con onestĂ  che viviamo in un’epoca d’oro per lo spumante” ha commentato il fondatore e presidente del CSWWC, Tom Stevenson, sottolineando che “la nostra missione non è solo quella di promuovere vini di livello mondiale, ma anche quella di scoprire e premiare nuovi ed entusiasmanti vini provenienti da regioni affermate ed emergenti in tutto il mondo. L’aspetto piĂą sorprendente – ha concluso – è che i vincitori delle medaglie provengono sia dai produttori piĂą grandi sia da alcuni dei piĂą piccoli, sia da quelli piĂą affermati sia dai nuovi arrivati”.
I premi saranno consegnati durante la cerimonia ufficiale con cena di gala che si terrĂ  il 2 novembre alla Merchant Taylors Hall di Londra, durante la quale saranno svelati i premi di tutte le categorie.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

L’oncologo: “Dal tumore ai testicoli si può guarire: Haller del Borussia Dortmund ne è l’esempio”

ROMA – “Always believe”, ovvero “Credici sempre”. Due semplici parole che trovano spazio sul profilo Instagram di Sebastien Haller. Parole che, però, racchiudono una storia bellissima ed emozionante. L’ha scritta, suo malgrado, l’attaccante del Borussia Dortmund e della Costa d’Avorio, al quale nel 2022 viene diagnosticato un tumore maligno ai testicoli. Dopo uno stop forzato dall’attività

Foibe, Meloni a Basovizza: “Chiediamo perdono per decenni di silenzio delle istituzioni”

ROMA – “Siamo qui per chiedere ancora perdono a nome delle istituzioni di questa Repubblica, per il colpevole silenzio che per decenni ha avvolto le vicende del nostro confine orientale, oltre che per rendere omaggio a tutti gli istriani e i giuliano-dalmati che per rimanere italiani decisero di lasciare tutto, per restare con l’unica cosa

Oggi a Torino l’ultimo saluto a Vittorio Emanuele di Savoia

Attesi rappresentanti di case reali d'Europa e non solo Torino, 10 feb. (askanews) – Torino si prepara ad accogliere i rappresentanti di casate reali d'Europa e non solo per i funerali di Vittorio Emanuele di Savoia che si svolgeranno nel Duomo della città piemontese. In mattinata, come da tradizione, il principe Emanuele Filiberto ha firmato