Meteo oggi e domani, maltempo sull’Italia: allerta arancione in Lombardia

(Adnkronos) –
Maltempo sull’Italia, con allerta arancione in Lombardia e gialla su gran parte del Paese: queste le previsioni meteo di oggi, sabato 23 settembre. Il sistema perturbato in transito sta causando condizioni di spiccata instabilitĂ  su gran parte delle regioni centro-settentrionali, in estensione, nella giornata di oggi, a Molise e Campania.  

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. 

L’avviso prevede dalle prime ore di oggi, sabato 23 settembre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul Molise, specie sui settori occidentali, e sulla Campania; inoltre, attese, dal pomeriggio di oggi, precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Veneto ed Emilia-Romagna. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di oggi, allerta arancione sui settori centro-orientali della Lombardia e allerta gialla su gran parte del territorio nazionale. 

ProseguirĂ  fino al primo pomeriggio di oggi l’allerta meteo su Milano emessa dal Centro Monitoraggio Rischi Naturali della Regione Lombardia. Il livello di criticitĂ  rilevato è quello ordinario (allerta gialla), per temporali con rischio idrogeologico e idraulico. Il Centro Operativo Comunale (COC) della Protezione civile sarĂ  attivo per il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e per coordinare gli eventuali interventi in cittĂ . Si raccomanda alla cittadinanza di non sostare sotto gli alberi e le impalcature dei cantieri, dehors e tende. È importante provvedere alla messa in sicurezza di oggetti e vasi sui balconi e di tutti i manufatti che possono essere spostati dal vento. Si ricorda inoltre che, come stabilito dall’ordinanza sindacale vigente fino al 30 settembre, durante le allerte meteo resta vietata la frequentazione dei grandi parchi in cui sono ancora in corso le verifiche per la stabilitĂ  delle alberature e vige il divieto di stazionamento nei pressi di alberi e piante con segni di danneggiamento.  

Il Centro funzionale decentrato della Protezione civile regionale del Veneto ha inviato un aggiornamento, prolungando alla mezzanotte di domenica 24 settembre l’allerta gialla per criticità idrogeologica per temporali. Lo scenario, si legge in una nota della Regione Veneto, sarà caratterizzato da fenomeni intensi e in rapida evoluzione. 

Nel pomeriggio/sera di sabato 23 ripresa dell’instabilitĂ  con rovesci e temporali sparsi e possibilitĂ  di fenomeni localmente intensi specie tra Prealpi e pianura. 

La Protezione civile del Comune di Venezia prevede, per il pomeriggio/sera di oggi possibilità di temporali anche associati a fenomeni intensi, forti raffiche di vento e rovesci. 

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Ucraina, controffensiva Kiev verso svolta: “Inverno non ci fermerĂ ”

(Adnkronos) - La controffensiva verso la svolta. L'Ucraina colpisce la base della flotta della Russia in Crimea, sfonda la terza linea difensiva di Mosca nella regione di Zaporizhzhia a Sud, avanza verso Bakhmut nell'Est del paese. Kiev, nella guerra iniziata oltre 500 giorni fa, dimostra di poter colpire con continuitĂ  nella penisola occupata dalla Russia.

Ucraina, Usa forniranno Atacms: Kiev avrĂ  missili a lungo raggio

(Adnkronos) - Gli Stati Uniti invieranno all'Ucraina una "piccola quantità" di missili a lungo raggio Atacms (Army Tactical Missile System). Le armi arrivano a Kiev quasi a sorpresa e, seppur in numero ridotto, possono cambiare almeno parzialmente il quadro della guerra contro la Russia. La svolta è stata annunciata da funzionari dell'amministrazione Usa all'emittente Nbc, mentre

Pordenone, esplode residuato bellico: muore bambino di 10 anni

(Adnkronos) - Un bambino di 10 anni è morto oggi a Pordenone dopo essere stato colpito dall'esplosione di un residuato bellico rinvenuto in un terreno nelle pertinenze di una abitazione a Vivaro, in provincia. Lo riferisce il portale di notizie 'Pordenone Today'. Il piccolo Gabriele era rimasto ferito assieme al nonno: i due erano stati