Il patto di stabilitĂ  si rinnova

Il nuovo patto di stabilità concordato in sede europea è il tema affrontato nel corso del Cnpr forum “Equilibri sotto esame: le nuove regole del patto di stabilità” promosso dalla Cassa di previdenza dei ragionieri e degli esperti contabili, presieduta da Luigi Pagliuca, che ha visto protagonisti Luca De Carlo (Fratelli d’Italia), presidente della Commissione industria, commercio, turismo e agricoltura a Palazzo Madama, Antonio Misiani (responsabile economico del Partito Democratico e vicepresidente della Commissione Bilancio al Senato), Alessandro Cattaneo (deputato di Forza Italia in Commissione Politiche dell’Unione Europea a Montecitorio) e Filippo Scerra (parlamentare del M5s in Commissione Politiche Ue alla Camera).

Nel corso del dibattito, coordinato da Anna Maria Belforte, il punto di vista dei professionisti è stato espresso da Mario Chiappuella, commercialista e revisore legale dell’Odcec di Massa Carrara: “Le nuove regole del Patto di stabilità prevedono che il rientro dal deficit inizi già da giugno 2024. Il nostro debito è al 140% del pil. Servono misure concrete per garantire la sostenibilità finanziaria del nostro Paese. Bisogna evitare di diventare un Paese a sovranità limitata per la quale ogni provvedimento dovrà essere preventivamente vagliato dall’Unione europea”.

Le conclusioni sono state affidate a Paolo Longoni, consigliere dell’Istituto nazionale esperti contabili: “A seguito della contrattazione tra i paesi membri dell’Unione europea si è giunti al nuovo patto di stabilitĂ , alla cui contrattazione faticosamente ha partecipato anche il nostro governo. Dopo la sbornia della pandemia, durante la quale tutti hanno finanziato in deficit, anche l’ultima legge di Bilancio è stata fatta con una formula espansiva dello stesso debito. Il governo si è assunto la sua responsabilitĂ  ritenendo di fare bene, ma adesso il nuovo patto prevede che in un arco di dieci anni si rientri nel rapporto corretto tra deficit e Pil proponendo un piano di aggiustamento di durata quadriennale che può essere allungato a sette anni se è collegato a un programma di investimenti sotto monitoraggio della Commissione Europea. L’obiettivo è quello di mettere il rapporto debito – Pil su un percorso decrescente nel decennio a venire. E’ condito, però, da due regole che sono molto pesanti per il nostro Paese. La prima è che il rapporto debito – Pil deve ridursi ogni anno di almeno un punto, è la regola quantitativa; il secondo vincolo riguarda il disavanzo, non è piĂą sufficiente garantire che il rapporto debito – Pil rimanga al sotto la soglia del tre per cento per i paesi che hanno un debito maggiore del 90 per cento del Pil. E noi siamo al 140%.”.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Corea del Nord simula contrattacco nucleare: “Avvertimento per Usa e Seul”

(Adnkronos) - La Corea del Nord ha annunciato di aver effettuato ieri una simulazione di contrattacco nucleare: l'agenzia di stampa Kcna ha riferito che il leader nordcoreano Kim Jong Un ha supervisionato i lanci, in quella che viene definita la prima dimostrazione del nuovo sistema di gestione e controllo delle armi nucleari di Pyongyang, dal

Dalla Giunta Capitolina ok a interventi da 2.6 mln per il patrimonio storico dell’Eur

(Adnkronos) - Quattro importanti interventi per complessivi 2.645.000 euro finalizzati alla valorizzazione dello straordinario patrimonio storico, artistico, culturale e sportivo del quartiere Eur, nel IX Municipio. Sono quelli che sono previsti nello schema di accordo, contenuto nella delibera approvata dalla Giunta Capitolina, che verrĂ  siglato nelle prossime settimane da Roma Capitale ed Eur Spa. Si

Ucraina-Russia, droni su Odessa: 7 feriti, tra cui 2 bambini

(Adnkronos) - E' di sette feriti, tra loro due bambini, il bilancio dell'attacco sferrato in nottata contro la cittĂ  ucraina di Odessa. Nel darne notizia, le Forze di difesa che operano nella parte meridionale del Paese hanno precisato che tra i feriti ci sono due bambini. Almeno 14 appartamenti sono risultati danneggiati a seguito dell'attacco