Ridefinire i sistemi di controllo

“È indispensabile promuovere un tavolo di lavoro dedicato a ridefinire i sistemi di controllo, elevando il ruolo del Collegio sindacale a organo di secondo livello. Questa prospettiva innovativa, già in atto per le società quotate, si presenta come una soluzione moderna a fronte delle attuali sfide. Un paradosso emerge in modo evidente: da un lato, le aziende stanno incontrando notevoli difficoltà nel reperire professionisti disposti ad assumere tali responsabilità; dall’altro, diverse compagnie assicurative rifiutano di fornire copertura, creando ostacoli insormontabili per i professionisti del settore”. Lo ha detto Marcella Caradonna, presidente dell’Odcec di Milano, nel corso del Cnpr Forum speciale, dedicato al VII Forum nazionale dei commercialisti e degli esperti contabili, promosso da Italia Oggi con il patrocinio della Cassa di previdenza dei ragionieri e degli esperti contabili, presieduta da Luigi Pagliuca.

“La creazione di un quadro normativo e organizzativo più efficace diventa quindi cruciale – ha aggiunto Caradonna -, al fine di agevolare l’assunzione di incarichi e garantire una copertura assicurativa adeguata per i professionisti, contribuendo così a ristabilire l’equilibrio nel settore”.

In merito alla riforma fiscale, il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Torino, Luca Asvisio, ha sottolineato l’importanza del ruolo del commercialista nel rapporto tra amministrazione finanziaria e contribuente. L’aspettativa degli iscritti è alta, ma il dialogo spesso risulta difficile. Si discute di un possibile nuovo calendario fiscale per alleviare il carico di lavoro degli studi, che sono spesso bloccati da aprile a novembre a causa delle dichiarazioni.

Enrico Terzani (presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze) ha messo in evidenza “la cooperazione tra ‘Agenzia’ e contribuente mediante un accordo preventivo sottoscritto con la mediazione dei professionisti. Attualmente limitata alle aziende con un fatturato superiore a 1 miliardo, la ‘cooperative compliance’ verrà estesa anche ad aziende con fatturati inferiori, contribuendo a contrastare l’evasione fiscale”.

Stefano Distilli, numero uno della Cassa Dottori Commercialisti, ha confermato lo stato ottimale dell’ente previdenziale per il biennio 2023/2024, con un bilancio previsto di oltre 11 miliardi di patrimonio e una crescita degli iscritti. La CdC, pilastro del sistema fiscale, raccoglie 12 miliardi di contributi ed eroga prestazioni per 7,7 miliardi, versando annualmente 650 milioni di imposizione diretta e generando indirettamente altri 2 miliardi di imposizione fiscale.

Secondo Luigi Pagliuca, presidente della Cassa di previdenza dei ragionieri e degli esperti contabili, “stiamo plasmando il futuro degli istituti pensionistici privatizzati attraverso una gestione attenta, che protegge dagli impatti del generale invecchiamento della popolazione. La nostra prospettiva di sostenibilità è solida, e intendiamo perseverare su questa strada, adottando un approccio sempre più proattivo per il bene dei nostri iscritti. Da meri ‘erogatori’ di previdenza, abbiamo ampliato la nostra ‘offerta’ includendo l’assistenza sanitaria integrativa e avanzando verso un modello di welfare attivo. Ci impegniamo a identificare sistemi di incentivazione per favorire l’attività professionale, trasformando le risorse disponibili in opportunità tangibili per i nostri professionisti. Ribadiamo che l’eliminazione della doppia tassazione sulle Casse possa innescare un incremento significativo di questo processo, permettendoci di disporre di risorse economiche supplementari. Benché la strada sia impegnativa – ha concluso Pagliuca -, stiamo lavorando instancabilmente per rendere sempre più efficienti i nostri servizi e migliorare le prestazioni offerte”.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Biennale Arte, Padiglione Italia: con Bartolini un ascolto aperto

Progetto curato da Luca Cerizza: al centro suono e partecipazione Venezia, 27 feb. (askanews) – Si intitola Due qui / To Hear il progetto espositivo per il Padiglione Italia alla 60esima Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, promosso dalla Direzione generale Creatività contemporanea del ministero della Cultura. A cura di Luca Cerizza (con l'assistenza

Chiara Ferragni, due ricorsi al Tar per annullare la maxi multa

(Adnkronos) - Chiara Ferragni ha depositato formalmente al Tar del Lazio due ricorsi amministrativi con i quali - a quanto si apprende - chiede l'annullamento del provvedimento con cui lo scorso dicembre l'Antitrust ha comminato alle sue società "Fenice" e "Tbs Crew" una sanzione di oltre un milione di euro per una presunta pubblicità ingannevole

Veneto, allerta meteo rossa: scuole chiuse a Vicenza, fiumi preoccupano

(Adnkronos) - Il maltempo torna a flagellare l'Italia e in particolare il Veneto: per mercoledì 28 febbraio la Protezione Civile ha diramato l'allerta meteo rossa per una parte della regione. La pioggia non dà tregua e fa scattare l'allarme in particolare a Vicenza: è stata diramata l'ordinanza di chiusura per le scuole di ogni ordine