“È giusto essere vicini a Liliana Segre e a chiunque sia vittima delle violenze del prossimo, senza l’ipocrisia di qualcuno che a sinistra si sta sgolando per Liliana Segre e poi quando sfila la Brigata ebraica in piazza il 25 aprile fischia perché odia Israele e vorrebbe cancellare dalla faccia della Terra Israele. Dovrebbero aver vergogna queste persone”. Così il segretario della Lega, Matteo Salvini, durante un a un pranzo a Ferrara in sostegno della candidata alle regionali dell’Emilia Romagna Lucia Borgonzoni.

CONDIVIDI