“Mi aspetto lealtà dal Pd. Se si tratta di lavorare per garantire tempi certi del processo, ho già dato disponibilità mille volte. Assurdo che su una conquista di civiltà ci si possa interrogare sulla tenuta o meno del governo”. Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a margine di un’audizione alla Camera. “Lavoriamo sui tempi del processo. Sullo schema di riforma del processo penale sono previsti tempi certi. È prevista una durata. Quello che non c’è, e che è stato il problema fino ad ora, è che, superata quella durata, dopo il primo grado, finisce che tutti si va a casa e non si sa la verità dello Stato”, ha aggiunto il Guardasigilli. “Io ritengo che sia inderogabile il principio per cui, una volta che si supera la sentenza di primo grado, lo Stato è tenuto a dare una risposta di giustizia. Il mio impegno è che anche dopo il primo grado ci siano tempi brevi e certi”.

CONDIVIDI