“Per il rinnovo dei contratti nella Pa per noi ci vuole ancora più di un miliardo”. Lo dice il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, a margine del tavolo governo-sindacati sui contratti della P.a. a Palazzo Chigi. “La trattativa si dovrebbe aprire con un accordo quadro in cui inserire le parti normative ed economiche- aggiunge -. Oggi le parti economiche sono insufficienti, ma anche l’altra volta abbiamo dovuto agire su due finanziarie. L’elemento perequativo bisogna farlo da subito e c’è il problema dei diritti: il pubblico impiego non ha la malattia pagata”.

CONDIVIDI