“Abbiamo indicato al governo la necessità di aprire un confronto e un tavolo per definire un accordo quadro per ragionare non solo sul rinnovo dei contratti ma anche su un sistema di relazioni sindacali che sviluppi la contrattazione di secondo livello anche nel pubblico impiego, che affronti il problema delle assunzioni e del superamento della precarietà, che avvii la discussione sull’innovazione, sulla riforma della P.a.. Pubblica amministrazione per noi significa scuola, università, ricerca, sanità, amministrazioni pubbliche statali ed enti locali. Ci sono ancora molti problemi aperti e un accordo quadro che affronti questi temi è la precondizione per ragionare su un rinnovo contrattuale”. Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, a margine del tavolo governo-sindacati sui contratti della P.a. a Palazzo Chigi.

CONDIVIDI