È stato un incontro “molto interlocutorio”. Lo ha detto la leader della Cisl, Annamaria Furlan, a margine de tavolo governo-sindacati sui contratti della P.a.. “C’è disponibilità a riflettere insieme sul ruolo della pa, su innovazione, formazione dei lavoratori, quello che manca sono i soldi per i contratti – ha aggiunto – che ovviamente sono parenti stretti di come si riorganizza la Pa. Manca l’elemento perequativo, il ministro dell’Economia ha fatto uno sforzo, ha trovato altri 200 milioni, 100 per il 2020, 100 per il 2021. È un buon segnale, ma siamo ancora lontani da avere le risorse per rinnovare il prossimo contratto almeno come abbiamo rinnovato il contratto che è scaduto”.

CONDIVIDI