Sono 122 giorni lavorativi all’anno quelli che dedica il titolare di uno studio professionale di commercialisti agli adempimenti fiscali di base. Un tempo superiore a quello dei suoi collaboratori (84 giorni all’anno). Il dato emerge da una ricerca della Fondazione nazionale dei commercialisti pubblicata ieri e basata su un sondaggio condotto su 3.500 questionari, con l’obiettivo di misurare in particolare il costo del software, delle banche dati e del tempo dedicato alla formazione e agli adempimenti di base. Il Consiglio nazionale ieri ha anche reso noto che ai commercialisti che avranno terminato un corso frequentato presso una delle 14 Scuole di alta formazione (Sat) della categoria sarà rilasciato un attestato (male. Il loro nominativo sarà inoltre inserito in un elenco pubblicato in una apposita sezione del sito web istituzionale (www.commercialisti.it), organizzata per materie e per ordine di provenienza.

FONTEIl Sole 24 Ore
CONDIVIDI