Formazione doc per i gestori della crisi da sovraindebitamento. Con l’equipollenza tra la formazione professionale continua dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e la formazione iniziale e biennale dei gestori della crisi, infatti, partono i nuovi corsi accreditati dal Consiglio nazionale. Per questo, il Cndcec ha diffuso le istruzioni agli ordini territoriali con l’informativa n. 31/2018 del 10 aprile scorso sulle modalità di certificazione dei corsi. In particolare, gli ordini dovranno rilasciare ai partecipanti un attestato nominativo da cui risulti, tra l’altro, che il corso ha a oggetto le materie della crisi di impresa e del sovraindebitamento, che si tratta di un corso di formazione equipollente che rispetta i requisiti previsti dal regolamento sulla formazione continua e che consente di assolvere l’obbligo formativo iniziale e biennale dei gestori della crisi di cui all’art. 4 del dm 24 settembre 2014, n. 202, e il numero di ore di effettiva partecipazione al corso e il numero di crediti formativi conseguiti dal professionista. Il Consiglio nazionale ricorda anche che l’obbligo di formazione a carico dei gestori della crisi è fissato in 40 ore totali e che ciascun corso «equipollente» dovrà avere una durata non inferiore a 12 ore, con per oggetto e le materie della crisi di impresa e del sovraindebitamento. Tutti i corsi di formazione accreditati dal Consiglio nazionale che presentano tali caratteristiche consentono quindi di assolvere all’obbligo formativo iniziale e biennale previsto per i gestori della crisi. Tali corsi, ricorda la nota informativa, possono essere organizzati dagli ordini locali, dai soggetti autorizzati ai sensi del regolamento sulla formazione continua e dalle scuole di alta formazione, e non richiedono la preventiva valutazione e approvazione da parte del ministero della giustizia. Ricordiamo che l’equipollenza tra la formazione professionale continua dei commercialisti e i corsi di formazione iniziale e l’aggiornamento biennale dei gestori della crisi è stata introdotta dall’art. 7 del nuovo regolamento sulla formazione continua dei commercialisti, pubblicato sul Bollettino Ufficiale n. 2 del 31 gennaio 2018 del ministero della giustizia e in vigore dal 1° gennaio scorso.

FONTEItaliaOggi
CONDIVIDI