In auto nessun esplosivo, a casa 1 kg di marijuana
Milano, 5 feb. (askanews) – E’ stato un falso allarme bomba a bloccare per due ore e mezza il valico italo-svizzero di Gaggiolo, in provincia di Varese. L’allarme sul confine è scattato alle 16 quando un’automobile è arrivata a velocità sostenuta in dogana, direzione Svizzera. Alla guida un italiano di 40 anni che una volta fermato dal finanziare sul posto si è dato alla fuga, urlando agli agenti di avere una bomba a bordo e di voler far esplodere tutto. Bloccato dai militari, riferisce una nota delle Fiamme gialle, l’uomo è stato portato in caserma ed identificato, prima di essere accompagnato in ospedale a Varese. Sul posto nel frattempo sono intervenuti gli artificieri della polizia di Stato di Malpensa che non hanno rilevato la presenza di alcun esplosivo a bordo dell’automobile. Nel corso della perquisizione domiciliare a Malnate (Varese) presso l’abitazione del responsabile, che vanta precedenti penali, i finanzieri della compagnia di Gaggiolo hanno sequestrato 1 chilogrammo di marijuana, 55 grammi di hashish e 70 grammi di cocaina. Il valico è stato riaperto alla circolazione solo alle 18:30; il responsabile è stato deferito all’autorità giudiziaria di Varese.
In auto nessun esplosivo, a casa 1 kg di marijuana
Milano, 5 feb. (askanews) – E’ stato un falso allarme bomba a bloccare per due ore e mezza il valico italo-svizzero di Gaggiolo, in provincia di Varese. L’allarme sul confine è scattato alle 16 quando un’automobile è arrivata a velocità sostenuta in dogana, direzione Svizzera. Alla guida un italiano di 40 anni che una volta fermato dal finanziare sul posto si è dato alla fuga, urlando agli agenti di avere una bomba a bordo e di voler far esplodere tutto. Bloccato dai militari, riferisce una nota delle Fiamme gialle, l’uomo è stato portato in caserma ed identificato, prima di essere accompagnato in ospedale a Varese. Sul posto nel frattempo sono intervenuti gli artificieri della polizia di Stato di Malpensa che non hanno rilevato la presenza di alcun esplosivo a bordo dell’automobile. Nel corso della perquisizione domiciliare a Malnate (Varese) presso l’abitazione del responsabile, che vanta precedenti penali, i finanzieri della compagnia di Gaggiolo hanno sequestrato 1 chilogrammo di marijuana, 55 grammi di hashish e 70 grammi di cocaina. Il valico è stato riaperto alla circolazione solo alle 18:30; il responsabile è stato deferito all’autorità giudiziaria di Varese.

Continua a leggere la notizia