da-venerdi-udine-e-gorizia-in-zona-arancione-rafforzato

TRIESTE – “Abbiamo deciso misure di restrizione a livello regionale per quanto riguarda le scuole, che firmiamo oggi ed entrano in vigore lunedì, ovvero la didattica a distanza (Dad) per scuole medie, superiori e università. Mentre nelle zone di maggiore contagio, ovvero nelle ex province di Udine e Gorizia, da venerdì sarà in vigore la zona arancio ‘rafforzata’, per una durata di 15 giorni”. Lo annuncia in conferenza stampa a Trieste il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, che sottolinea come per via delle variante inglese il numero di contagi stia rapidamente risalendo, con +60% contagi in regione a livello settimanale, e un aumento delle ospedalizzazioni.

Secondo le proiezioni del comitato tecnico scientifico (Cts), spiega Fedriga, “il picco di questa ondata dovrebbe aversi a metà marzo, con un miglioramento in aprile, premesso che si attende un comportamento del virus uguale a prima, ovvero che sia meno aggressivo nei mesi estivi”. Ma il governatore sottolinea: “Questa è l’ultima volta che facciamo questo tipo di sacrifici, e lo facciamo con senso del dovere, perché questa Regione non sarà più disponibile a fare ulteriori sforzi se non ci sarà un netto cambio nella disponibilità di vaccini. Non è possibile ogni volta- conclude Fedriga- far ricadere tutto sulle limitazioni alla libertà delle persone”.

LEGGI ANCHE: Covid, in Friuli Venezia Giulia contagi aumentati del 57% in una settimana