Il commento di Luca Pastorino: «Semplificare è la parola d’ordine. Ma va fatto con criterio, sfruttando le immense possibilità offerte dalle nuove tecnologie. Bisogna puntare sulla digitalizzazione della Pubblica amministrazione che porti ad una ‘buona burocrazia’. Accanto a questo serve un meccanismo di perequazione che tenga presente anche le analisi sulle perdite accumulate dalle de in modo da poter rendere più efficiente la distribuzione dei sostegni. Dobbiamo affiancare ai temi economici quelli di un welfare nuovo, al passo con i tempi e con la straordinaria emergenza che stiamo vivendo. Senza aiuti concreti per famiglie e imprese il rischio di contagi malavitosi cresce enormemente».