respinto-il-ricorso-del-mibact-per-il-recupero-dell’ex-hotel-bellavista-a-lecce

BARI – La IV sezione del Consiglio di Stato ha respinto il ricorso in appello proposto dal ministero per i Beni culturali e dalla Soprintendenza contro il procedimento che ha portato al rilascio del permesso di costruire, da parte del Comune di Lecce, alla società F31 per il recupero dell’edificio ‘ex Hotel Bellavista’ sul lungomare Vespucci a San Cataldo.

“È una buona notizia, che si affianca all’attivazione della procedura di incameramento al demanio marittimo dell’Ex windsurf, propedeutica alla demolizione, e al collaudo e verifica delle reti idriche e fognarie dei Villaggi Dario, Del Sole e Adriatico da parte di Aqp”, commenta il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini. “La sentenza di oggi fa vincere il progetto, inteso come risposta all’inerzia granitica che ha attanagliato le marine, storicamente trascurate ma dense di valori paesaggistici e comunitari – dichiara l’assessore comunale alle Politiche urbanistiche, Rita Miglietta – La rigenerazione dell’edificio, il suo radicale ripensamento, è testimonianza della lotta al degrado e all’abbandono. Il progetto ha tutte le condizioni oggi per restituire a quel tratto di lungomare di San Cataldo la dignità e la vitalità che merita, mi auguro quindi che possa partire da subito, i miei complimenti alla tenacia di chi non ha mai smesso di credere nella bontà del progetto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it