pa-social-day-2021,-la-maratona-della-comunicazione-ditale-seguita-da-oltre-200mila-persone

ROMA – Un’edizione importante anche nei numeri quella del PA Social Day 2021 che si è tenuto ieri in diretta da 18 città. La maratona virtuale della comunicazione e informazione pubblica digitale per la sua quarta edizione ha scelto la formula mista con relatori in presenza, collegamenti digitali, live social. Una tavola rotonda partita che ha coinvolto ancora una volta un numero importante di professionisti della comunicazione, del giornalismo, del digitale, dell’innovazione, con idee, racconti, esperienze utili a guardare con spirito nuovo alla ripartenza che stiamo già vivendo in tutti i settori.

LEGGI ANCHE: PA Social Day 2021, oggi la maratona della comunicazione digitale

I NUMERI DEL PA SOCIAL DAY 2021

Più di 10 ore di diretta con oltre 200.000 persone raggiunte con i live su Facebook, LinkedIn, YouTube, Twitch di PA Social e su pasocial.info, con aggiornamenti costanti sui principali social con hashtag #pasocial. La manifestazione è stata trasmessa anche su Facebook di Binario F ed Eurocomunicazione, su www.eurocomunicazione.com, sul canale YouTube del Comune di Trieste. Numeri che superano quelli registrati lo scorso anno grazie ai collegamenti da Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Campobasso, Imperia, Messina, Milano, Napoli, Castiglione del Lago (Perugia), Pescara, Reggio Calabria, Roma, Rovereto (Trento), Santa Fiora (Grosseto), Torino, Trieste, Venezia, con più di 100 relatori tra giornalisti, comunicatori, social media manager, esperti di digitale, innovazione, marketing, trasparenza e open government, sociologi, psicologi, amministratori pubblici, manager d’azienda, associazioni, scrittori, volontariato, docenti universitari e avvocati. Importante anche il lavoro degli 80 media partner nazionali e locali che hanno contribuito alla promozione e realizzazione dell’iniziativa.

I TEMI DELLA MARATONA SOCIAL

Molti gli argomenti trattati che hanno garantito lo svolgimento di un dibattito vivo e aperto che sicuramente proseguirà anche nei prossimi giorni: la comunicazione dei servizi digitali, cultura, turismo, smart working, policy digitali, sociale, uso consapevole dei social, privacy, partecipazione, etica dell’informazione, sanità, lotta alla disinformazione, prevenzione, gestione emergenze, big data, transizione digitale, phygital e molto altro. Tra gli interventi anche quello del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, che ha sottolineato con forza il ruolo cruciale della comunicazione per raccontare la Pubblica Amministrazione che cambia.

DI COSTANZO: “SERVE RIFORMA DELLA LEGGE E INVESTIMENTO SU COMPETENZE E CULTURA DIGITALE”

“Il mondo della comunicazione e informazione pubblica digitale è sempre più ampio e forte, un patrimonio di informazioni, comunicazione, servizi a disposizione dei cittadini, a livello nazionale e locale. Il PA Social Day è stato un successo di partecipazione, contenuti di grande qualità, tante esperienze positive da tutto il Paese con numerosi temi approfonditi. L’utilità delle piattaforme digitali per il servizio pubblico, come dimostrato anche dalla pandemia, è sotto gli occhi di tutti – commenta il Presidente di PA Social, Francesco Di Costanzo – un grande grazie alla rete nazionale PA Social, ai coordinamenti regionali, allo staff di comunicazione e organizzazione, ai partner e media partner, ai relatori, al ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta intervenuto in diretta, alle tantissime persone che hanno seguito la lunga live in tutta Italia. È ora di rendere tutto questo la normalità del nostro settore pubblico: serve il riconoscimento delle professionalità, una riforma della legge di settore, un grande investimento sulle competenze, sulla cultura e sul pensiero digitale di cittadini, amministrazioni, imprese. Un grande patrimonio su cui contare anche per il PNRR e gli anni di ripresa e rilancio che ci aspettano”.

Il PA Social Day è ideato e organizzato dall’Associazione PA Social e realizzato grazie alle partnership con L’Eco della Stampa, Alpenite, InfoCamere, WeWeb Digital Events, Open Comunicazione, E-Lex e ai media partner Agenzia Dire, IPress Live, IgersItalia, cittadiniditwitter.it, datamagazine.it, ilgiornaledellaprotezionecivile.it, Velocità Media, Innovazione 2020, Digital Media.

IL VIDEO INTEGRALE DELLA PRIMA PARTE DELLA MARATONA:

IL VIDEO INTEGRALE DELLA SECONDA PARTE DELLA MARATONA:

Per info www.pasocial.info

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it