“Sarebbe auspicabile costruire un ‘Patto’ tra politica e professionisti, realizzando un coinvolgimento trasversale, al di là degli steccati ideologici. L’obiettivo è avviare insieme un percorso, una riflessione costruttiva su giustizia tributaria, Statuto del Contribuente, professioni e previdenza nonché sulla irrinunciabile semplificazione degli adempimenti per liberare dal giogo della burocrazia milioni di italiani”.

Lo ha detto Alessandro Amitrano (M5s), segretario di Presidenza della Camera dei deputati e componente della commissione Lavoro di Montecitorio, intervenendo a Roma, all’inaugurazione del “Master Tributario di aggiornamento professionale in materia fiscale” promosso dalla Cassa di previdenza dei ragionieri ed organizzato dagli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili che hanno aderito all’iniziativa.

 “E’ strategico e assolutamente imprescindibile riuscire a cogliere le trasformazioni e le evoluzioni di una professione promuovendo occasioni di aggiornamento, approfondimento e condivisione – ha aggiunto – in grado di consentire una crescita e una formazione continue per i professionisti del settore, siano essi commercialisti, ragionieri o esperti contabili. L’intuizione della Cassa di previdenza dei ragionieri ed esperti contabili, presieduta da Luigi Pagliuca, di avviare un percorso di aggiornamento professionale, coinvolgendo gli Odcec locali, appare dunque quantomai preziosa, specie in un momento in cui sollecitazioni e novità normative, tecnologiche e organizzative si succedono ad una velocità in vertiginoso aumento”.

Per Amitrano, “se il compito dei professionisti è quello di tenersi continuamente aggiornati, quello della politica deve essere favorire un dialogo costruttivo con le categorie, elaborando una strategia condivisa di interventi organici e strutturali. Il Decreto Crescita 2019, a questo proposito, contiene misure volte allo sviluppo dell’attività dei liberi professionisti, con l’obiettivo di favorire l’ingresso nel mondo del lavoro in particolare dei giovani”.

“La partenza di questo master é un’occasione importante che abbiamo fortemente voluto”, – ha sottolineato il numero uno della Cassa,Luigi Pagliuca –. Il nostro è un settore in cui è molto forte la concorrenza. Ma la concorrenza tra professionisti ‘certificati’, sempre più preparati e aggiornati, è una circostanza positiva: decisamente negativa è, invece, la concorrenza sleale provocata dagli  ‘abusivi’. E’ dunque fondamentale investire su aggiornamento e professionalità, e l’avvio di quest’iniziativa vuole essere un nostro contributo per elevare la qualità dei nostri professionisti. Master che, va ricordato, non è limitato agli associati al nostro ente previdenziale, ma è aperto a tutti gli iscritti all’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili”.

“Ulteriore elemento di soddisfazione – ha concluso Pagliuca  – è la partecipazione di decine di Ordini territoriali direttamente coinvolti e di sessantacinque Odcec che si sono collegati per l’occasione”.

Le lezioni previste dal Master sono tredici, con 4 ore di lezione ciascuna, e si svolgeranno tutti i martedì pomeriggio, da aprile a dicembre, nelle sedi individuate dagli Ordini partecipanti a Roma, Reggio Emilia, Cosenza, Perugia, Livorno, Torino, Brescia, Novara, Bari, Napoli nord, Pescara e Milano.

FONTEItaliaOggi
CONDIVIDI