“I commercialisti italiani accolgono con favore le indicazioni pervenute dal Parlamento in maniera pressoché unanime rispetto alla sospensione delle notifiche delle cartelle esattoriali e all’introduzione di una nuova rottamazione delle stesse”.
Lo ha detto Marco Cuchel, presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti, commentando l’approvazione dell’ordine del giorno che impegna il governo alla sospensione dell’invio delle cartelle fino al 31 dicembre 2021, nonché a una nuova rottamazione quater e a una definizione agevolata delle liti pendenti.
“L’economia italiana – spiega Cuchel – è stata messa a dura prova da questa pandemia e per questo abbiamo chiesto più volte tempo per poter dare certezze alle imprese e pianificare una ripresa complessiva dell’intero sistema produttivo italiano. Aspettiamo ora una riforma fiscale complessiva e organica che possa vedere i commercialisti coinvolti nell’interesse collettivo per una ripresa dell’economia del Paese”.