salvini:-“centrale-nucleare-in-lombardia?-perche-no,-e-energia-sicura-ed-economica”

Di Nicolò Rubeis

MILANO – “In Lombardia ci sono 13 termovalorizzatori, anche a Milano. L’energia nucleare è quella più pulita e sicura, quindi perché no. Da milanese vorrei pagare la luce di meno”. Il leader della Lega Matteo Salvini ritorna sul tema del nucleare dopo aver aperto all’introduzione di una centrale anche in Lombardia.

Sulla transizione ecologica “io taglierei le tasse” e contestualmente “riavvierei una ricerca sul nucleare visto che in Europa sono operative 128 centrali ovunque”. E comunque “noi stiamo andando in senso contrario rispetto a tutto il mondo- prosegue Salvini durante un punto stampa elettorale al mercato di Via Vespri Siciliani di Milano- dei Paesi del G8 l’unico senza energia nucleare è l’Italia”. Per il segretario del Carroccio, però, non c’è nessun referendum sull’argomento all’orizzonte: “Ne facciamo uno alla volta- conclude Salvini- per ora stiamo raccogliendo ancora le firme sulla Giustizia”.

“IVA DA 5 MILIARDI SULLE BOLLETTE? DIPENDE UNICAMENTE DAL GOVERNO”

“La nostra attenzione nelle prossime ore è concentrata sul taglio delle tasse per le bollette di luce e gas. C’è una Iva che sulle bollette pesa per 5 miliardi e quella dipende unicamente dal governo” dice il leader della Lega Matteo Salvini durante una visita al mercato di Via Vespri Siciliani di Milano con il candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo. “Le nostre priorità in queste ore- chiosa Salvini- sono le bollette”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it