ex-paziente-del-policlinico-di-bari-si-tatua-sul-braccio-la-scritta-“covid-19-survivor”

BARI – Un tatuaggio sulla parte interna dell’avambraccio, la scritta “Covid 19 survivor” e un disegno, quello del virione di coronavirus. È la scelta fatta da Nicola, ex paziente covid del Policlinico di Bari, che ha scoperto di essere positivo lo scorso 27 febbraio. In pochi giorni il suo quadro clinico è precipitato e il 2 marzo è stato ricoverato in Rianimazione dove ha trascorso un mese per riaprire i polmoni ostruiti dal virus. Prima è stato pronato, poi intubato. Il suo percorso di guarigione si è completato con la riabilitazione in ospedale e l’11 maggio è uscito da una esperienza che definisce “allucinante” e che ora porterà per sempre impressa sul braccio.

A rendere nota la storia è l’account Instagram del Policlinico di Bari. Nicola ha inviato un messaggio ai medici per ringraziarli: “Avete fatto il miracolo, non avete mollato, le avete tentate tutte e alla fine abbiamo vinto. Posso solo dirvi grazie per avermi salvato la vita”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it