L’intervento di Eustachio Quintano. Il ruolo dell’organo di controllo nella crisi d’impresa è il fulcro dell’intera procedura. L’entrata in vigore della norma che la regolamenta sottolinea l’importanza di questo istituto che non è una procedura concorsuale ma uno strumento indispensabile per evitare la débacle delle aziende colpite duramente dalla crisi economica conseguente l’emergenza sanitaria del Covid-19. Nell’ultima relazione di Bankitalia è stato sottolineato come, al diminuire dei falli menti nel 2021ßç seguito alle moratorie adottate dal governo in piena emergenza Covid, si attenda per il 2022 un incremento degli stessi con circa 6500 imprese coinvolte. E’ necessario dunque intervenire subito, e il primo passo per l’attuazione della norma è proprio quello di procedere alla formazione e alla successiva individuazione di professionisti esperti negoziatori della crisi d’impresa.