tg-politico-parlamentare,-edizione-del-3-dicembre-2021

GOVERNO DIVISO SUL TAGLIO IRPEF AI REDDITI ALTI
Niente accordo nel governo sul contributo straordinario di solidarieta’ da chiedere ai redditi superiori ai 75mila euro, per neutralizzare il caro bollette. Dopo una sospensione del consiglio dei ministri di mezz’ora per valutare la posizione avanzata dal premier Mario Draghi, si e’ deciso di accantonarla. In consiglio dei ministri ha incontrato le resistenze del centrodestra, a cominciare da Forza Italia. Dubbi di Italia Viva e M5s. A favore solo Pd e Leu. La proposta prevedeva la sterilizzazione dell’entrata in vigore del taglio Irpef, nel caso di redditi superiori ai 75 mila euro, per un biennio. Il consiglio dei ministri ha approvato le nuove norme contro la violenza sulle donne. Prevista la procedibilita’ d’ufficio e il carcere per chi manomette il braccialetto elettronico.
ISTAT ALZA STIME PIL BIENNIO 2021-2022
L’Istat rivede al rialzo le stime del PIL per l’anno in corso e per il prossimo. Nelle ultime prospettive per l’economia italiana, l’Istituto di statistica stima ora, per il 2021, una crescita del Prodotto Interno Lordo del 6,3% rispetto al +4,7% indicato a giugno. Più contenute le attese per il 2022 quando prevede una crescita del PIL del 4,7% contro il +4,4% stimato in precedenza. Lo scenario presentato tiene conto degli effetti degli interventi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). Molto sostenuta anche la crescita degli investimenti nel 2021. Il dato si attesta al 15,7%.
QUIRINALE, SALVINI FREDDO SUL BIS DI MATTARELLA
Matteo Salvini sbarra la strada di chi spera ancora in un ripensamento dell’attuale Capo dello Stato, per quel che riguarda la sua permanenza al Colle. Il leader della Lega ha preso in mano il dossier Quirinale. “Sto facendo incontri e valutando”, ha detto a margine di un evento. Anche i suoi compagni di coalizione non stanno con le mani in mano. Se per Giorgia Meleoni la soluzione ottimale sembra l’elezione del premier Mario Draghi, che aprirebbe al strada al voto anticipato, in Forza Italia si continua a cullare il sogno che vede salire al Colle Silvio Berlusconi. “Il Governo Draghi deve andare avanti fino a scadenza naturale”, ribadisce dal canto suo il Cavaliere.
DISABILITA’, DAL 15 AULA DI MONTECITORIO CON SOTTOTITOLI
Una società può definirsi realmente democratica se garantisce a tutti diritti e dignità. Il presidente della Camera, Roberto Fico, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, sottolinea che “resta molto da fare per una società aperta e inclusiva”. Montecitorio, intanto, compie un passo verso l’abbattimento delle barriere non solo fisiche. Dal 15 dicembre sarà disponibile la sottotitolazione delle sedute dell’assemblea. Per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “è necessario superare limiti e diffidenze per consentire alle persone con disabilità di vedere nel nostro Paese un esempio di altruismo e di appartenenza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it