(LaPresse) “Se la fiducia nel Paese è solida e la base di risparmio sufficiente, livelli di indebitamento nell’ordine del 200% rispetto al Pil non contrastano con gli obiettivi economici e sociali perseguiti dalla politica”. Lo ha detto Paolo Savona all’incontro annuale con il mercato finanziario alla Borsa di Milano. Nel suo discorso, il presidente della Consob ha citato l’”istruttivo” esempio del Giappone, concludendo: “Ciò non significa che non esiste un limite all’indebitamento, ma che per garantine la sostenibiltà, il saggio di incremento deve rimanere mediamente al di sotto del saggio di crecita del Pil”.

CONDIVIDI