tg-politico-parlamentare,-edizione-del-16-giugno-2022

DRAGHI A KIEV: SI’ ALLE INDAGINI SULLA RUSSIA
L’Italia sosterra’ le indagini per crimini di guerra contro la Russia. A dirlo il premier Mario Draghi nella conferenza stampa a Kiev con il presidente ucraino Zelensky, il presidente francese Macron e il cancelliere tedesco Scholz. Draghi nella sua visita in Ucraina ha chiesto all’Europa di raccogliere le sfide con coraggio, lo stesso coraggio dimostrato dal presidente Zelensky, con determinazione e unità. Per il presidente del consiglio l’Ucraina deve poter scegliere la pace che vuole. Draghi ha affrontato anche la questione del grano, ricordando che ci sono due settimane per sminare i porti ucraini. Il raccolto arrivera’ alla fine di settembre. Occorre creare corridoi sicuri con la massima urgenza per il trasporto sicuro del grano ed evitare una catastrofe. Il presidente del consiglio ha sottolineato che l’Italia vuole Kiev nell’Unione europea.
CONTRATTI, OK AL RINNOVO PER IL COMPARTO SANITA’
Via libera ieri in tarda serata al nuovo contratto della sanità da parte di Aran e di tutte le sigle sindacali. Il rinnovo è relativo al triennio 2019-2021, l’aumento mensile per circa 550mila lavoratori è di 90 euro lordi che con le indennità possono arrivare fino a 175 euro. Per il ministro della Salute, Roberto Speranza, è “un gran bel risultato che accresce diritti e tutele e porta un meritato incremento retributivo”. In particolare per i circa 270mila infermieri, c’è una valorizzazione tra i 146 e i 170 euro al mese. Le Regioni parlano di “passo in avanti importante per il servizio sanitario con un riconoscimento dovuto a categorie professionali che rappresentano uno dei pilastri per l’organizzazione e la qualità del lavoro della nostra sanità”.
LAVORO, 350 MILA CONTRATTI IN PIU’ NEL PRIMO TRIMESTRE 
Avvicinare i cittadini alla Pubblica amministrazione, grazie alla digitalizzazione. E’ l’obiettivo che si è dato l’Inps nell’ambito dell’ammodernamento connesso al Pnrr, spiega il direttore generale dell’Istituto, Vincenzo Caridi. Intanto dall’Istituto presieduto da Pasquale Tridico arrivano i dati sulle cessazioni dei contratti di lavoro nei primi tre mesi del 2022. Sono state 1 milione e 515mila, in aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del 47%. Nel primo trimestre 2022 i flussi nel mercato del lavoro hanno ripreso i livelli prepandemici, compromessi nel biennio dell’emergenza sanitaria. La variazione tra cessazioni e attivazioni registra un saldo positivo di circa 350mila rapporti di lavoro.
DI MAIO CONTRO CONTE: BASTA ATTACCHI AL GOVERNO
Tensione altissima all’interno dei Cinquestelle. “Non siamo mai andati così male, serve più democrazia interna”, dice Luigi Di Maio dopo il disastroso risultato delle amministrative. Pur senza nominarlo, l’affondo è diretto contro il leader Giuseppe Conte. Per il ministro degli Esteri “non si può stare al governo e poi attaccarlo ogni giorno imitando Salvini”. Di più: “Non si può allontare l’Italia dai suoi alleati storici e dalla sua collocazione atlantista”. Di Maio critica le “ambiguità” e “l’autoreferenzialità” della leadership penstastellata e chiede a Conte di prendersi “le sue responsabilità”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it