È peggiorato nel 2018 il disavanzo dell’Inps. Ieri il consiglio di indirizzo e vigilanza (Civ) dell’Istituto ha approvato all’unanimità il rendiconto generale per l’anno 2018, che ha evidenziato 7,8 miliardi di euro di disavanzo di esercizio, con un peggioramento di 855 milioni rispetto a quello di 6,9 miliardi del 2017. Le entrate contributive sono ammontate a 231 miliardi (+2,9%) ma le prestazioni istituzionali sono state pari a 318 miliardi (+2%). In particolare, la spesa per prestazioni pensionistiche è stata di 256 miliardi contro i 251 dell’anno precedente, con un incremento di oltre 4 miliardi (+1,7%). Il patrimonio netto a fine 2018 era di 47 miliardi di euro.

FONTEMF
CONDIVIDI