da-letta-e-renzi-sa¬-convinto-alla-fiducia-di-maio:-“non-voltare-le-spalle-agli-italiani”.-meloni:-“draghi-vuole-pieni-poteri?”

ROMA – In attesa del voto di fiducia previsto nel pomeriggio in Senato, i partiti prendono posizione sul discorso del premier Mario Draghi nell’aula di Palazzo Madama.

LETTA: “ANCORA PIÙ CONVINTI DELLA FIDUCIA A DRAGHI”

“Se eravamo già in questi giorni convinti di rinnovare la fiducia al governo Draghi siamo ancora piùconvinti di farlo dopo averlo ascoltato”. Lo scrive su Twitter Enrico Letta, segretario Pd.

DI MAIO: “CHI NON VOTA FIDUCIA VOLTA LE SPALLE AGLI ITALIANI”

“Il discorso del presidente Draghi è stato ineccepibile, concreto, lungimirante. Adesso non ci sono più scuse: chi non vota la fiducia al Governo volta le spalle agli italiani. Adesso non servono giochini, ma occorre agire con grande senso delle istituzioni”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, leader di Insieme per il futuro.

RENZI: “SERIETÀ DA DRAGHI, ITALIA VIVA VOTERÀ LA FIDUCIA”

“Draghi ha fatto il discorso che doveva fare, ha detto non voglio una fiducia di facciata, penso che sia un atteggiamento di serietà e della maggioranza che lo sostiene: non avrei apprezzato un Draghi che si mette a fare il suk in Parlamento”. Così il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, al Tg1.

“Adesso vedremo cosa faranno Conte e Salvini, non abbiamo a che fare con persone lineari e razionali, spesso fanno cose senza senso specialmente in questo periodo, ricordiamo il Papeete. Io voterò congiuntamente la fiducia a Draghi ma bisogna vedere cosa faranno Salvini e Conte. Per me è uno scenario da 1-X-2”.

MELONI: “DRAGHI PRETENDE PIENI POTERI. NO A PERICOLOSA DERIVA”

“Draghi arriva in Parlamento e di fatto pretende pieni poteri, sostenendo che glielo hanno chiesto gli italiani. Ma in una democrazia la volontà popolare si esprime solo con il voto, non sulle piattaforme grilline o con gli appelli del Pd”. Lo scrive su Facebook Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia.

Poi, aggiunge: “Sono le autocrazie che rivendicano di rappresentare il popolo senza bisogno di far votare i cittadini, non le democrazie occidentali. Fratelli d’Italia non intende assecondare questa pericolosa deriva. Decidano gli italiani del proprio futuro, non questo Parlamento delegittimato e impaurito. Elezioni subito”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it