video-|-ambulatori-oculistici-rinnovati-all’ospedale-britannico-del-san-giovanni-di-roma

ROMA – Ambulatori di oftalmoplastica, strabologia, oftalmologia pediatrica attrezzati con le ultime tecnologie. Un reparto di degenza presso cui, nel 2021, sono stati ricoverati oltre 1.300 pazienti. Tre sale operatorie in cui si eseguono tra i 15 e i 20 interventi oculari a settimana.Trattamenti medici e chirurgici del glaucoma. Siamo nel Presidio Britannico dell’Azienda ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma che accoglie l’area funzionale intra dipartimentale di oftalmologia di cui fanno parte l’unità operativa complessa di Oculistica, l’unità semplice dipartimentale di Chirurgia vitreoretinica e la Banca degli Occhi (Centro regionale di riferimento per i trapianti).

Il secondo e terzo piano dell’ala Nord del palazzo, che ospitano gli ambulatori sono stati recentemente ristrutturati e ammodernati, grazie a un finanziamento regionale di 343.152 euro, con una ridistribuzione dei locali e il rinnovo degli arredi che sono stati effettuati integrandoli con gli antichi pavimenti e gli armadi a muro di legno pregiato, patrimonio del Presidio.

Con un ulteriore finanziamento erogato dalla Regione Lazio, pari a 610mila euro, l’ospedale San Giovanni Addolorata ha anche acquistato 2 nuovi microscopi operatori, di cui uno dedicato agli interventi di cataratta e del segmento anteriore oculare, e l’altro di elevata tecnologia, dotato di OCT (Tomografo a Coerenza Ottica) per la chirurgia della retina e della cornea, alla sostituzione della seconda lampada scialitica e un nuovo microcheratomo per la preparazione dei tessuti corneali inserito nella strumentazione di laboratorio della Banca degli Occhi.

“Nelle tre sale operatorie- spiega alla Dire Augusto Pocobelli, direttore della uoc Oculistica e Banca degli Occhi dell’ospedale San Giovanni- viene effettuata un’attività di chirurgia ricostruttiva del segmento anteriore oculare, con particolare riferimento al trapianto di cornea. Solo nel 2021, sono stati effettuati oltre 350 interventi, portando il polo del San Giovanni a essere il più importante centro di chirurgia della cornea di tutto il Centro Sud Italia”.

“Un’altra importante attività- aggiunge Marco Andrea Pileri, responsabile unità semplice dipartimentale di Chirurgia vitreoretinica- è quella della chirurgia del vitreo e della retina, sviluppata grazie all’acquisizione di nuove tecnologie in sala operatoria, finanziate dalla Regione Lazio, che ha portato l’ospedale San Giovanni Addolorata ad essere una delle prime realtà del Servizio sanitario nazionale ad eseguire gli interventi di impianto dei microchip al di sotto della retina in pazienti funzionalmente ciechi”.

A tutto questo si aggiunge l’attività ambulatoriale, con visite propedeutiche agli interventi complessi e relativa presa in carico per il follow-up successivo all’intervento, oltre che il supporto ad un ingente numero di interventi in regime di Accorpamento di prestazioni ambulatoriali (Apa), come cataratta ed iniezioni intravitreali per maculopatie: circa 5.000 interventi nell’anno, a servizio dei cittadini e del territorio, fondamentali per contribuire al benessere della popolazione della Regione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it