dopo-40-anni-spiragli-di-pace:-raggiunto-accordo-tra-il-senegal-e-la-milizia-del-casamance

ROMA – Un accordo di pace e per la cessazione delle ostilità è stato siglato dal governo del Senegal e da un’ala del Mouvement des forces démocratiques de Casamance (Mfdc), gruppo armato separatista originario dall’omonima regione meridionale, protagonista di un conflitto civile con Dakar che prosegue a bassa intensità da circa 40 anni nonostante un cessate il fuoco raggiunto nel 2014. A rendere nota l’intesa su Twitter è stato il presidente senegalese Macky Sall.

Il patto è stato raggiunto grazie alla mediazione della Guinea-Bissau ed è stato siglato nel palazzo presidenziale della capitale Bissau alla presenza del capo di Stato Umaro Sissoco Embalo, che è stato ringraziato “per la sua mediazione” dall’omologo senegalese.

Sall, che non ha presenziato alla firma dell’accordo, ha detto di essere “impegnato al consolidamento di una pace duratura in Casamance”.

A non partecipare all’accordo è invece la cossiddetta “ala nord” del Mfdc, guidata da Salif Sadio, protagonista dell’uccisione di due soldati senegalesi e del rapimento di altri nove lo scorso gennaio. I militari di Dakar erano stati poi rilasciati anche grazie alla mediazione della Croce Rossa e della Comunità di Sant’Egidio. All’eposodio ha fatto seguito il lancio di un’offensiva militare da parte delle forze armate senegalesi che ha provocato decine di sfollati nella vicina Gambia.

La Guinea-Bissau confina a nord con la Casamance ed è stata a più riprese coinvolta nel conflitto, proprio come il Gambia. Secondo fonti del governo locale, ribelli della Casamance avrebbero anche preso parte a un tentativo di colpo di Stato, poi fallito, che si è verificato lo scorso febbraio. Il Paese sarà garante dell’accordo mentre Capo Verde svolgerà il ruolo di osservatore, stando a quanto comunicato da fonti del governo guineano all’agenzia portoghese Lusa.

Leggi anche: Senegal, partito di governo e opposizioni si contendono la vittoria

Dal Senegal le donne della Casamance: “Con la pace vogliamo la parità”

Momento Senegal, campione di Coppa e baluardo anti-golpe
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it