conte:-“pd-incartato,-si-offendono-e-basta”

ROMA – Il Pd si è “incartato da solo” e ormai ha creato un “assembramento in cui si offendono ogni giorno”. Così il leader M5s Giuseppe Conte, collegato oggi con l’assemblea del movimento a Bologna, liquida ancora una volta gli ex alleati di governo. “Adesso diranno che il nostro voto è inutile- avverte Conte- è già partito lo schema: o votate la destra o votate il Pd, che ormai non si capisce neanche più che cosa fa. Si sono incartati da soli, in un assembramento tale che si offendono ogni giorno”. Come M5s, invece, “abbiamo la forza, la determinazione e il coraggio di andare da soli- ribadisce Conte- i cinque anni che ci aspettano saranno un impegno quotidiano per realizzare le misure che presentiamo ai cittadini, in qualunque soluzione ci ritroveremo. Non accetteremo condizionamenti”. 

CONTE AGLI EX M5S: “POLITICA CON LA P MINUSCOLA”

“Verso chi ha lasciato l’M5s “non proviamo rancore”. Ma quella è “la politica con la p minuscola”. A dirlo è il leader del movimento, Giuseppe Conte, questa mattina collegato con l’assemblea dell’M5s a Bologna. “Adesso quasi non si parla più di casta e di privilegi in politica- rivendica Conte- perché ci siamo stati noi. Costringiamo tutti a mantenere alta l’asticella, ma non bisogna distrarsi. Le battaglie non sono finite. Lo spirito di autoconservazione e sopravvivenza della casta dei politici è sotto gli occhi di tutti. E dobbiamo dirlo con dolore”. Negli anni, e di recente, “abbiamo perso compagni di strada che sono stati attirati dalle sirene della gestione del potere, a destra e a sinistra del sistema- sottolinea Conte- ci sono partiti che fino a ieri hanno condiviso le nostre battaglie e che ora si stanno accomodando a offrire posti a chi ci ha lasciato lungo la strada. Questa è la politica, ma non quella che intendiamo noi: è la politica con la p minuscola. Facciano pure, noi siamo addolorati ma sereni. Non serbiamo rancore. Ci presentiamo ai cittadini a testa alta- assicura Conte- a noi non è mai interessata la gestione del potere, se qualcuno l’ha frainteso deve ravvedersi”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it