letta,-frantoianni-e-bonelli-presentano-l’accordo-pd-sinistra-italiana-verdi

di Alfonso Raimo e Roberto AntoniniROMA – “Non crediamo sia utile allargare ulteriormente il perimetro delle intese che stiamo facendo”. “Voglio sottolinearlo, per evitare ambiguità. È un momento di grande responsabilità. Sentiamo il dovere morale di metterci d’accordo” sulla base di quanto prescrive la legge elettorale. Così Enrico Letta.

LEGGI ANCHE: Fonti Pd: “Bene accordo con Sinistra italiana, ma non riapriamo al M5s”

“CON SI-VERDI ACCORDO SU DEMOCRAZIA, AMBIENTE, SOCIALE”

“Sostenibilità sociale e sostenibilità ambientale sulla scorta del buon lavoro fatto insieme in Europa. Su questi temi vogliamo fare un lavoro comune”. Cosi’ Enrico Letta, in conferenza stampa con Nicola Fratoianni e Angelo Bonelli, disegna il perimetro dell’accordo elettorale con Si e Ev. Il segretario del Pd aggiunge che l’accordo riguarda soprattutto “l’emergenza democratica”. 

Per il segretario del Pd Enrico Letta gli accordi tra Pd e Si-Verdi da una parte e con Azione-Più Europa dall’altra “sono numericamente compatibili”. “Il rapporto di 80 a 20 collegi è un’intesa solo tra di noi, ed è numericamente compatibile con le intese che stiamo costruendo, come abbiamo fatto l’altro giorno con Azione-Più Europa” ha precisato Letta al Nazareno in conferenza stampa.

BONELLI: “TENUTA DELLA DEMOCRAZIA PRIMA DI GIUSTIZIA CLIMATICA E SOCIALE”

La tenuta della democrazia viene prima di tutto, anche quando parliamo di giustizia climatica e sociale, e non può esserci battaglia per il clima se prima non difendiamo la costituzione”. Il co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli lo dice in conferenza stampa al Nazareno con il segretario del Pd Enrico Letta e il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

“Ringrazio il Pd e Enrico Letta per il lavoro fatto in questi giorni”, dice Bonelli, “noi, e parlo a nome dei Verdi italiani, sentiamo con grande determinazione la responsabilità che abbiamo sui di noi, quella di salvaguardare la Costituzione rispetto a una destra estrema che già ha dato le prime indicazioni di volerla cambiare in direzione del presidenzialismo”.

In questi giorni “c’è stato un dibattito- riconosce il co-portavoce di Europa verde- ma non può essere indifferente a nessuno che vada governare in questo paese una destra estrema come quelle candidate in Spagna con Vox, in Francia con Le Pen e in Germania con Alternative fur Deutschland”. Quello che si avvia oggi con l’alleanza elettorale tra Verdi e Sinistra e Pd è “un atteggiamento costruttivo nei confronti dell’Italia dove dobbiamo salvaguardare le conquiste dei diritti sociali”, dice Bonelli, “noi siamo qui per questo motivo” e “oggi per noi si apre una fase nuova, dobbiamo concentrare le nostre energie per costruire il consenso nel paese per battere la destra estrema”.

FRATOIANNI: “CON IL PD NON ACCORDO PER UN PROGRAMMA DI GOVERNO MA CONTRO LE DESTRE”

“Il nostro non è un accordo per un programma di governo, noi abbiamo dichiarato che i nostri partiti e forze si presentano con programmi reciprocamente autonomi. Abbiamo indicato alcune priorità: la difesa della costituzione e la volontà di batterci nei collegi uninominali contro la destra”. Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni lo dice in conferenza stampa al Nazareno con il segretario del Pd Enrico Letta e il co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it