È morto il beluga rimasto intrappolato nella Senna

(Crediti foto: Twitter Sea Shepherd France)

ROMA – Con non poca fatica, il beluga rimasto intrappolato nella Senna è stato estratto dalle acque del fiume. L’obiettivo era portarlo nella Manica, ma non è bastato: il grande cetaceo è morto durante il trasporto verso il mare.

I soccorritori, con la collaborazione della Ong Sea Shepherd, erano riusciti grazie a una gru a catturare in una rete l’animale, lungo oltre quattro metri e che pesava più di 800 chili. Viste le condizioni di salute non buone dell’animale, era partita la corsa contro il tempo per liberare il beluga nel mare della Manica.

Foto Sea Shepherd France

Il beluga, abituato a vivere nelle acque artiche, non può sopravvivere a lungo nelle acque dolci. Restano poco chiari i motivi che hanno spinto l’animale a spostarsi così tanto dal suo habitat e a rimanere bloccato in un tratto di acqua poco profonda della Senna.

Nei mesi scorsi, anche un’orca si era arenata nel fiume francese e il suo salvataggio non era andato a buon fine.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it>

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Roma, Gualtieri: con nuovo termovalorizzatore filiera meno opaca

"Impiantistica scarsa secondo la Dia favorisce infiltrazioni" Roma, 7 dic. (askanews) - "Tutti gli impianti devono essere realizzati nello scrupoloso rispetto delle regole....

Libri, con la poesia ecco le ‘Favole per credere alle favole’

Presentazione sabato 10 dicembre alla 'Nuvola' di Roma Roma, 7 dic. (askanews) - "Le cose immaginate non hanno nessun'altra ragione se non il...

Il personal branding, come promuovere sé stessi sui profili social

Per potenziare la propria attività o trovare un nuovo impiego Roma, 7 dic. (askanews) - "Bisogna diventare influencer della propria rete, per promuovere...