Il ruolo del Piano nazionale di ripresa e resilienza per la modernizzazione dell’Italia e la ripresa dell’economia, l’importanza di dare applicazione concreta alle pari opportunità e la necessità di rivedere il sistema dei bonus fiscali hanno caratterizzato il confronto tra i professionisti e la senatrice Donatella Conzatti (segretaria della commissione bilancio a Palazzo Madama e candidata con Alleanza democratica per l’autonomia a Rovereto). Secondo Luca Asvisio (presidente dellOdcec di Torino) «la stagione dei bonus edilizi giunge al termine e, anche alla luce del suo impatto in termini di sviluppo sostenibile dell’Italia, occorrono proposte per il futuro. E’ necessario dare il via a una nuova stagione di questi bonus che sono importanti per la vita del Paese ma devono sicuramente essere rivisti e tarati per un’applicazione più efficace e» soprattutto, al riparo dalle diverse truffe cui abbiamo assistito nella loro applicazione». Sul tema delle pari opportunità si è soffermato Giovanni Battista Cali (numero uno dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della Capitale), che ha ricordato come la senatrice Conzatti sia stata protagonista di importanti modifiche del di. 139/2005, istitutivo dell’Odcec: «In particolare con l’introduzione dei Comitati per le pari opportunità (Cpo) ai quali si deve un’azione preziosa per la riduzione progressiva delle disparità di genere. Serve uno scatto in avanti in questo campo; una programmazione efficace che consenta di ottenere i risultati necessari al rilancio della professione non solo superando i gap di genere ma anche quelli generazionali tra i giovani professionisti e quelli meno giovani». Terna ripreso anche da Marcella Caradonna (presidente dellOdcec di Milano) che ha messo l’accento su un argomento che: «Non è tecnico ma interessa la vita dei professionisti all’interno della quale le problematiche delle donne nello svolgimento della professione devono trovare soluzioni adeguate. Bisogna proseguire con nuove progettualità per aiutare le donne professioniste nel periodo più importante della loro vita, come quello della maternità, senza essere penalizzate oltremodo nell’attività lavorativa». Le criticità relative al magazzino fiscale sono state evidenziate da Enrico Terzani (presidente dell’Odcec di Firenze); «Tenendo distinto il tema della lotta all’evasione, sulla quale siamo tutti d’accordo, cosa diversa è la gestione del magazzino dell’Agenzia delle Entrate Riscossione. Parliamo di crediti che l’Ader ha già in ‘pancia’ da molto tempo. Per questa ragione occorre mettere in campo una strategia per recuperare le somme». Per Marco Cuchel (leader dell’Associazione nazionale commercialisti) «Il Pnrr è un’opportunità unica e irripetibile da non sprecare per il rilancio del Paese. I commercialisti hanno un ruolo fondamentale in particolare nel contrasto e nella prevenzione delle possibili frodi che potrebbero nascere dall’erogazione e dall’investimento dei tanti miliardi che arrivano dall’Europa». In conclusione Paolo Longoni (consigliere d’amministrazione della Cnpr) è tornato sul tema della responsabilità patrimoniale degli organi di controllo nelle società e negli enti: «Un regime esageratamente grave che prevede la responsabilità dei professionisti illimitata, pari a quella degli amministratori, con l’aggravante che essendo i professionisti coperti da assicurazione costituiscono un cespite molto più appetibile per i creditori».