Appalti, Boccia: Sbloccacantieri va visto nel merito, incrociamo dita

Roma, 19 mar. (LaPresse) – Lo sblocca cantieri “va visto nel merito, abbiamo fatto delle proposte, uno degli elementi importanti è semplificare, avere sensibilità per quanto riguarda la questione temporale, dobbiamo aprire cantieri in tutto il paese, ci sono risorse già stanziate che significa anche occupazione oltre ad una dotazione infrastrutturale importante per il Paese”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, parlando a margine del convegno ‘Il Mezzogiorno tra divari e sviluppo. L’economia dei comuni del Mezzogiorno’. “Incrociamo le dita, il Paese ha bisogno di infrastrutture sia per attirare investimenti pubblici sia per una dotazione che colleghi le periferie al centro e il paese al mondo, sia per recuperare elementi di incremento delle infrastrutture di cui abbiano bisogno”, ha aggiunto.

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Che tempo che fa, da Chiara Ferragni a Gino Cecchettin: gli ospiti di Fazio stasera

(Adnkronos) - Nuovo appuntamento oggi, domenica 3 marzo, con 'Che tempo che fa' di Fabio Fazio sul Nove. Ospiti della puntata Chiara Ferragni, Gino Cecchettin, Loredana Bertè, Ibrahima Balde e Amets Arzallus Antia - co-autori del libro 'Fratellino', autobiografia di Balde -, Roberto Burioni, Simona Ravizza, Massimo Giannini, BigMama, Yèman Crippa - il detentore di

Violenza sessuale su una turista inglese a Napoli, arrestato gestore di un locale

(Adnkronos) - I carabinieri della compagnia di Napoli Centro hanno eseguito una misura cautelare, agli arresti domiciliari, emessa dal gip su richiesta della procura, nei confronti di un 27enne accusato della violenza sessuale subita da una giovane turista inglese lo scorso luglio. Le indagini dei carabinieri del Nucleo operativo, coordinati dalla procura partenopea, partite dalla

Ucraina-Russia, Mosca: “Distrutti 38 droni Kiev sulla Crimea”

(Adnkronos) - Un attacco ucraino contro la Crimea è stato respinto dai russi, che rivendicano di aver intercettato e distrutto 38 droni ucraini in volo sulla penisola. Lo ha reso noto il ministero della Difesa di Mosca, dopo notizie di social media russi e ucraini che parlavano di esplosioni nella notte nel porto di Feodosia. Nel