in evidenza

Pnrr, Pacente(Az): non penalizzare Comuni virtuosi come Milano

"Revisione ha creato incertezza, ma non ha bloccato investimenti" Milano, 30 mag. (askanews) – "Gli enti che stanno gestendo meglio il Pnrr non possono essere penalizzati sui trasferimenti in parte corrente sia perché non si penalizza chi è più efficiente sia perché uno degli aspetti più deboli del Piano è proprio l'impossibilità per gli enti

Cia: sbagliato richiamo su canapa in Ddl sicurezza

Emendamento mette in pericolo filiere ad alto valore aggiunto Roma, 30 mag. (askanews) – Preoccupa l'emendamento al Ddl sicurezza su "Misure aventi a oggetto le infiorescenze della canapa e dei prodotti da esse derivati". Inaccettabile, sia per il richiamo pretestuoso in un disegno di legge più indicato per i blocchi stradali, ma anche per i

Sanità digitale, XTE: dispositivo wearable e centrale operativa

Sistema italiano testato sulla Iss, integrato nella tuta di Villadei Roma, 30 mag. (askanews) – Un controllo continuo grazie ad una piattaforma di ultima generazione che permette di monitorare, attraverso un dispositivo wearable, i parametri fisiologici individuali in maniera costante e una centrale operativa di ascolto attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Europee, Ungheria al voto aggrappata a Orban anche troppo sicuro

Fra dossier dell'allargamento Ue e turno semestrale del Consiglio Milano, 30 mag. (askanews) – Il più stretto alleato del presidente russo Vladimir Putin nell'Ue dalle urne europee potrebbe incassare una vittoria di Pirro: non è un segreto che il primo ministro ungherese Viktor Orban non goda di buona stampa a Bruxelles, e proprio oggi Politico

pianeta cnpr

Italia come hub strategico

L'intervento di Alessandro Cattaneo. “Il governo di centrodestra, e noi di Forza Italia, crediamo molto nella logistica. L’Italia...

pianeta previdenza

PIANETA PROFESSIONIVIDEO

Politica

In Spagna è legge l’amnistia per gli indipendentisti catalani

ROMA – È passata al Congresso spagnolo per appena cinque voti la legge che garantirà l’amnistia per tutti i reati amministrativi e fiscali commessi dagli indipendentisti catalani tra l’1 novembre 2011 e il 13 novembre 2023, quindi anche per i reati contestati nel cosiddetto ‘procès’, ossia il processo secessionista catalano. Aperto nel 2019, diversi leader indipendentisti sono stati condannati

Il socialista Matteotti per Mussolini era più pericoloso dei comunisti

ROMA – “Oggi siamo qui a commemorare un uomo libero e coraggioso ucciso da squadristi fascisti per le sue idee”. Queste le parole usate dalla premier Giorgia Meloni, nel giorno dedicato al ricordo del deputato socialista Giacomo Matteotti. Fiero avversario del regime fascista di Benito Mussolini, dopo un suo discorso alla Camera in cui denunciava

Da Rimini 27 sindaci scrivono a Meloni: “Qui è già estate, invii rinforzi di Polizia. Subito”

RIMINI – É già estate nella Riviera romagnola e a Rimini, dove si è già aperta la stagione turistica 2024. E anche se non è Caivano, è pur sempre la seconda Provincia italiana per indice di criminalità. E per garantire vacanze sicure agli ospiti, ma non solo, servono più agenti alle forze dell’ordine, al più

Mondo

A Bari parte il Controforum G7: “Siamo otto miliardi e diciamo basta guerre”

ROMA – Palestina e Ucraina senza tregua, intelligenza artificiale, diritto al lavoro e migrazioni: temi al centro di due giorni di dibattiti, domani e dopodomani, al Controforum G7. L’appuntamento è all’istituto dei missionari comboniani, in via Petroni 101, a Bari. La due giorni guarda al vertice dei capi di Stato e di governo delle sette

2 giugno, ecco Briciola la mascotte dei Carabinieri pronta a sfilare davanti a Mattarella

ROMA – Quest’anno festeggia ben 10 anni di servizio nella Fanfara del 4° Reggimento dei Carabinieri a cavallo: Briciola è la cagnolina mascotte che per la parata militare del 2 giugno ai Fori Imperiali avrà tutti i riflettori puntati addosso. La piccola meticcia è stata adottata dal Reggimento nel febbraio del 2014 e partecipa a

Ucraina, Lavrov detta le condizioni per il negoziato: “Possibile solo se la Nato ferma i rifornimenti di armi”

ROMA – Mentre in Europa e negli Stati uniti è aperto il dibattito sulla revoca dei limiti all’uso delle armi inviate all’Ucraina, dalla Russia parte “l’ultimatum”: se l’Occidente smetterà di rifornire Kiev di armi diventerà possibile “accelerare” una soluzione politica del conflitto in Ucraina. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, in

Economia