Il nuovo M5s: Di Maio-Casaleggio fondatori, Grillo solo garante. Borrè: “Introdotta l’oligarchia”

Una nuova associazione Movimento 5 Stelle, con due soli soci fondatori, Davide Casaleggio e Luigi Di Maio, è stata costituita il 20 dicembre 2017, nello studio del notaio milanese Valerio Tacchini. Lo conferma l’atto costituitivo, che LaPresse ha potuto visionare. Le sedi sono due, nel cuore di Roma, una di queste in via Nomentana e l’altra, operativa, a un chilometro dalle sedi del ministero dello Sviluppo economico e quella del ministero del Lavoro. Per ‘solo’ il ruolo di garante, che attinge i suoi poteri, però, dallo Statuto e dal Regolamento del Movimento.  La nuova associazione assegna al capo politico Di Maio anche il ruolo di tesoriere e, tra i propri organismi, ha anche un Comitato di garanzia e il Collegio dei probiviri. Del Comitato fanno parte il sottosegretario con deleghe all’Editoria e alla ricostruzione post terremoto, Vito Crimi, l’ex candidato alla presidenza della Regione Siciliana, Gian Carlo Cancelleri, e la consigliera regionale del Lazio, Roberta Lombardi. I probiviri, invece, sono il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, la presidentessa della commissione Lavoro del Senato, Nunzia Catalfo, e la deputata bresciana, Paola Carinelli. Una mopssa che, secondo l’avvocato Lorenzo Borrè, ex attivista, oggi impegnato in una battaglia in punta di Diritto per portare alla luce le incongruenze del Movimento, smaschera i pentastellati: “La nuova associazione sancisce la fine della narrazione del Movimento partecipato, nato dai cittadini, e ci introduce alla realtĂ  oligarchica di un partito creato da due persone, di cui una viene nominata capo politico con poteri pressochĂŠ assoluti e che poi impone come condizione per la candidatura alle elezioni politiche l’accettazione del nuovo status quo e lo scalzamento della vecchia associazione costituita da Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo nel 2009 e del ‘non-Statuto’, che era ispirato da una concezione di democrazia integrale”. Questo nuovo atto “segna dunque il sacrificio dei vecchi ‘Dei’ della democrazia partecipata – aggiunge -, sostituiti da un pragmatismo volto a consegnare l’egemonia del nuovo partito ad una ristrettissima elite”. 

Correlati

advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img
advspot_img

Ultim'ora

Kosovo: il Comandante KFOR Ristuccia fa visita ai militari italiani feriti negli scontri

ROMA - Il Comandante della Missione Nato-KFOR, Generale di Divisione Angelo Michele Ristuccia, ha fatto visita ai militari italiani rimasti feriti negli scontri dello scorso 29 maggio. Ricevuto dal Comandante del Regional Command West di KFOR, Colonnello Mario Bozzi, si è recato presso l’infermeria di Camp Villaggio Italia a Pec/Peje, dove ha voluto rivolgere alcune

Made in Italy, Federalimentare: Ddl iniziativa di alto valore

Mascarino: nostra industria può dare un grande contributo Roma, 1 giu. (askanews) – "Il disegno di legge approvato ieri dal Consiglio dei ministri, che introduce disposizioni per la valorizzazione, la promozione e la tutela del Made in Italy, è un'iniziativa dall'alto valore sociale ed economico mirata allo sviluppo del Paese, al quale l'industria alimentare può

Tibus: pronto il progetto che rivoluziona l’Autostazione di Roma

Giovanni Bianco: "Migliorerà la funzionalità, riqualificando anche l'area" Roma, 1 giu. (askanews) – "Incrementare la funzionalità dei servizi dell'Autostazione Tibus di Roma attraverso la riqualificazione e valorizzazione del territorio in cui si colloca il terminal. A questo obiettivo punta il progetto di finanza "Il bosco, la piazza, l'autobus e il treno", approvato dall'assemblea dei soci